Verso il condominio 4.0

In condominio4.0,bonus,condominio,costruiresmart,riqualificazione energetica il
Autore: Gennaro Del Core

Un settore, quello edile, che rivede la luce dopo dieci anni di crisi profonda. Ma la ripresa ha caratteristiche precise, orientata innanzitutto a riqualificare l’esistente invece di costruire ancora e consumare altro suolo.

Non solo, prevede una gestione degli immobili che ponga anche l’efficienza energetica tra gli obiettivi.  Nel 2016, secondo i dati delle ricerche del Cresme, su dieci edifici venduti in Italia ben 6 erano in classe A+, A o al massimo B. Una netta inversione di tendenza che testimonia anche una maggiore sensibilità da parte dei compratori. Sarà la generazione dei millennials che ha fatto delle sue necessità economiche una virtù.

L’efficienza energetica è ormai uno dei driver di scelta degli utenti, il perché è facile da intuire. I compratori, evidentemente, preferiscono unità abitative che, dotate di tutti i confort, garantiscano anche bollette più leggere. Sarà per risparmio economico insieme ad una ritrovata attenzione all’ambiente ma non ci sono dubbi sul risultato.

Un altro aspetto che caratterizza l’indirizzo che sta prendendo il settore, e che potrebbe portarci presto a configurare il cosiddetto Condominio 4.0, è racchiuso nella gestione del patrimonio immobiliare stesso. La vecchia figura dell’amministratore di condominio sembra lasciare sempre più spazio ad una professionalità più completa.

Da amministratori di condominio a manager immobiliari potrebbe essere la sintesi del passaggio. Certo, non è un percorso semplice e breve nella sua realizzazione ma la strada intrapresa sembra quella giusta. Una figura professionale che porti già nel suo book una serie di servizi volti a migliorare l’esperienza dei clienti.

Non solo, la digitalizzazione sta accelerando i processi di cambiamento verso il condominio 4.0. Basti pensare a quanto la domotica, a proposito di risparmio energetico, possa influire sulle scelte dei consumatori. Poter gestire, ad esempio, il riscaldamento della propria abitazione comodamente dal proprio smartphone è un segno dei tempi.

Ma il condominio 4.0 non è solo efficienza energetica, domotica o nuove figure professionali. Significa anche la rivalutazione o la qualificazione di quanto già esistente. Penso alla telemedicina che permette assistenza domestica ai degenti. Oppure al cosiddetto badante di condominio, un professionista ingaggiato per le incombenze quotidiane, mediche ma non solo. La popolazione italiana tende sempre più ad invecchiare ed i nuclei familiari tendono sempre più a rimpicciolirsi, risulta quindi necessario qualcuno che si occupi di persone non completamente autosufficienti ma che, magari, non possono permettersi un professionista interamente dedicato.

Questi ed altri temi al centro del nostro prossimo workshop, il prossimo 15 dicembre a Bari, che chiuderà un anno intenso fatto di tanti incontri, convegni ed iniziative. Entra nel nostro social network

Commenti
Condividilo

Tag:, , , , ,