Songdo, la città più smart del mondo?

In costruiresmart,città,urbanistica il
Autore: Gennaro Del Core

Songdo City è una città della Korea del Sud che nel 2020, anno in cui si presume sarà ultimata, ospiterà 65.000 abitanti. Da molti viene definita “la città più smart del mondo”, scopriamo perché.

Il teatro di Songdo

Situata a circa 60 chilometri dalla capitale Seoul potrebbe essere definita un’aerotropoli in quanto pensata e costruita nei pressi dell’aeroporto della città di Incheon.

Il progetto fu commissionato proprio dall’amministrazione comunale di Incheon nel 2000 alla Gale International, colosso statunitense del settore immobiliare, e si è sviluppata come un enorme operazione immobiliare privata. 

Un’operazione con cifre da capogiro se si pensa ai 35 miliardi di dollari investiti, disegnata dallo studio newyorchese di architettura Kohn Pedersen Fox e concepita sulle esigenze delle multinazionali hi-tech che negli ultimi anni hanno aperto uffici, laboratori, incubatori di imprese, sostenendo lo sviluppo immobiliare: tra gli altri Ibm, Hp, Software Ag e Cisco Systems.

Ma perché Songdo City può essere definita la città più smart del mondo?

Ci sono alcuni aspetti che la caratterizzano:

Fare comunità prima ancora che fare business, leggi l’articolo.

  1. Progetto urbanistico ad alto contenuto tecnologico;
  2. Soluzioni “green” per il trasporto pubblico, il ciclo dei rifiuti ed i consumi energetici;
  3. Colonnine elettriche per il rifornimento dei veicoli;
  4. Parcheggi esclusivamente interrati;
  5. I suoli edificabili devono lasciare il 40% al verde.

Nelle premesse un grande centro urbano governato dalla tecnologia e votato al business data la breve distanza di soli 12 Km dall’aeroporto, collegato da un ponte o da qualche minuto di metropolitana.

Tuttavia, non mancano i detrattori per Songdo, secondo alcuni anche autorevoli esponenti sarebbe una città dove, essendo tutto controllato e monitorato, sarebbe seriamente a rischio la privacy dei cittadini.

Come in tutte le fasi di sviluppo dell’era digitale la domanda è sempre la stessa:

Possiamo fidarci del Grande Fratello?

Seguici su Telegram

 

Commenti
Condividilo

Tag:, ,