Smart working, funziona per le aziende?

In smart working,professione e professionisti il
Autore: Gennaro Del Core

La casa come ufficio, un’evoluzione ormai sempre più diffusa che ha apportato persino modifiche alla concezione stessa dell’unità abitativa. Ma il lavoro agile funziona per le aziende?

Sempre più imprese cominciano a diversificare le forme di collaborazione con i propri dipendenti. Non si tratta di formule contrattuali bensì di semplice riallocazione delle risorse umane. Non delocalizzazione in altri paesi ma il trasferimento di parte del personale in altro luogo di lavoro: la sua abitazione.

Ci siamo già occupati di casi concreti come quello della Snam che ha adottato questa formula per ben 600 dipendenti.

Come vendere in edilizia? Leggi qui

Tuttavia, basta cercare un po’ in giro per la rete e di casi se ne trovano tanti.

Qual è la caratteristica vincente perché lo smart working funzioni per le aziende?

Perché il lavoro agile sia efficace, dal punto di vista produttivo per le imprese e gli studi professionali, occorre innanzitutto un rapporto davvero fiduciario tra le parti. Il lavoratore può trovare giovamento dalla possibilità di organizzare i propri compiti a casa. I vantaggi sono innumerevoli, ad esempio in termini di risparmio di tempo per gli spostamenti nell’ambito di grandi città. Si pensi ai pendolari che vivono a ridosso di grandi agglomerati urbani e che per raggiungere il luogo di lavoro sono costretti a passare ore per gli spostamenti verso l’ufficio, magari in pieno centro.

Come misurare l’efficacia per le aziende dello smart working?

Non tutte le professioni sono facilmente adattabili al lavoro agile. Tuttavia, laddove possibile, si potrebbero adottare dei parametri ben definiti e riconosciuti sia dalla dirigenza che dal personale. E’ chiaro che si fa strada, in questo senso, un lavoro legato più agli obiettivi che alle ore di lavoro dedicate. Non è un mistero il fatto che, vivendo nell’era dell’economia on demand, più che il tempo passato su una sedia o dietro il pc ormai contino i risultati.

Quali benefici apporta alle città?

Se abbiamo visto i benefici che lo smart working apporta alla vita delle persone ed alla produttività delle aziende, non sono da meno i vantaggi per le città. Meno traffico automobilistico si traduce in minori emissioni e quindi minore inquinamento senza contare anche gli effetti sul trasporto pubblico e quindi la vivibilità delle nostre città.

Richiedi la promozione del tuo brand su Casa Smart

 

Condividilo

Tag: