Lo smart working è ormai una realtà in tutto il mondo, la pandemia ha accelerato il processo di evoluzione tecnologica un po’ per tutte le categorie. Secondo i dati Eurostat, poi, cresce la domanda di abitazioni più grandi, o con giardini, dovuta alle diverse esigenze che fanno parte della nostra quotidianità. Scopriamo insieme, allora, come funzionano il bonus verde e quello per il baby sitting e come possono agevolare il lavoro intelligente (per davvero).

L’indagine svolta da Eurostat nel 2018 aveva evidenziato che la metà della popolazione italiana vivesse in appartamento, tuttavia, con percentuali tendenti al rialzo anche per sistemazioni, per così dire, più indipendenti. Ancora, col segno più anche la ricerca di soluzioni abitative più ampie, forse dovute al fatto che le nostre case, da un anno a questa parte, si sono trasformate anche in ufficio, scuola e palestra. Nella vita di tutti noi, purtroppo, ha fatto irruzione il covid che, oltre ai suoi effetti tragici in termini sanitari, ha apportato non poche modifiche al nostro stile di vita. Sempre più persone lavorano in casa, così come sempre più studenti seguono il proprio percorso scolastico in casa. Infine, in tanti si sono arresi a fare un po’ di attività sportiva indovina dove? Sempre in casa. Allora è il caso di chiedersi se e come alcuni bonus, come quello verde o per il baby sitting, possano aiutare le persone a svolgere le proprie attività in una modalità davvero smart.

Realizza con noi la tua intervista o il tuo video per valorizzare il tuo lavoro

Come funziona il bonus verde?

Si tratta della detrazione Irpef al 36% dell’ammontare totale della spesa, non superiore ai 5.000 euro, per sistemare aree esterne di edifici esistenti, unità immobiliari e pertinenze, ma anche per realizzare di impianti di irrigazione, pozzi o giardini pensili e coperture verdi. Ancora, rientrano tra le spese ammissibili del bonus verde anche la riqualificazione dei prati, gli interventi di potatura ma anche la fornitura di piante e arbusti, oltre che le spese di progettazione del giardino stesso perché, invece, sono escluse le spese per la manutenzione ordinaria. In altre parole, il giardino deve cambiare per davvero. Devono essere realizzati aggiustamenti tali per cui possa essere tangibile il cambiamento. Aggiungo, nel nostro caso, che si potrebbe persino cambiare la “destinazione d’uso”, da luogo di relax a ufficio open space. Soprattutto al sud, infatti, il clima mite consente di utilizzare uno spazio esterno come ufficio o scuola o palestra. Allora perché non realizzare un progetto dedicato ad una o tutte queste finalità?

 Come funziona il bonus baby sitting?

Un lavoro davvero smart richiede tempo e spazio per pensare. Difficile farlo se ci sono piccolini per casa (a proposito, leggi come i single hanno cambiato abitudini e ora stanno acquistando le abitazioni anziché affittarle) ed è quindi utile ricorrere ad un bonus che possa “sollevare” per qualche ora al giorno. Il bonus baby sitter 2021 può arrivare fino a 100 euro settimanali, in caso di figli minori di 14 anni a carico in didattica a distanza o in quarantena fino al 30 giugno 2021. Può essere erogato tramite il “libretto famiglia”, ma può anche essere utilizzato  per l’iscrizione ai centri estivi, ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia. I beneficiari che possono richiedere il bonus baby sitter per il 2021 sono i lavoratori autonomi, gli operatori delle Forze dell’Ordine e quelli in ambito sanitario. Medici, infermieri, tecnici di laboratorio e di radiologia, medici di base, soccorritori del 118 e operatori socio sanitari rientrano tra coloro che possono accedere all’agevolazione. La domanda può essere fatta dal sito dell’Inps o tramite un patronato.

Per concludere, lo smart working è una grande opportunità, in termini di produttività ma anche di benefici dal punto di vista ambientale. Tuttavia, deve essere davvero possibile coglierla e per farlo serve qualche aiutino. Non mi sono dimenticato del bonus domotica, altrettanto utile per realizzare un piccolo ufficio o una piccola aula scolastica direttamente in casa o nello spazio esterno. I bonus sulla casa prorogati anche nel 2021 prevedono una detrazione del 65% sulle spese per quei dispositivi che consentano alle nostre abitazioni risparmi energetici ed ottimizzazione dei costi. E tu? Approfitterai di questi incentivi per intervenire sulla tua abitazione?

Contatta Casa Smart

Condividilo

By Gennaro Del Core

Comunicatore e giornalista

3 thoughts on “Smart working: bonus verde e baby sitting”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *