La micromobilità come elemento essenziale delle smartcity del futuro, anzi, ormai del presente. Dopo i primi 100 giorni del servizio a Bari, la Tier, società specializzata nello sharing di mezzi ecosostenibili, traccia un bilancio più che positivo: 25mila corse effettuate e 5mila nuovi utenti registrati.

Più di 25mila corse effettuate e 5mila nuovi utenti registrati: questo il bilancio di TIER dopo soli 100 giorni dall’avvio del servizio a Bari. Si tratta di un risultato che va oltre le attese della società specializzata per lo sharing innovativo e sicuro di micromobilità che offre un’alternativa ecologica per gli spostamenti urbani. Dopo questo primo successo nel capoluogo pugliese, l’obiettivo per i prossimi mesi è l’espansione del servizio urbano, includendo altre opzioni di mobilità intermodale e sostenibile.

” Siamo orgogliosi del risultato ottenuto da TIER a Bari e non intendiamo fermarci. La città ha risposto con grande entusiasmo allo sharing dei monopattini come dimostrano i numeri di nuovi utenti.” Ha dichiarato Saverio Galardi, general manager di TIER.Con l’arrivo della primavera e di un clima più piacevole, siamo certi che questo trend positivo crescerà ulteriormente. Siamo molto soddisfatti della sinergia che si è creata tra TIER e la città. Bari è un esempio per come la micromobilità si è integrata nelle abitudini di mobilità dei cittadini, e TIER è orgogliosa di essere parte di questo progetto. Siamo convinti che questo sia solo l’inizio di un lungo sodalizio tra TIER e la città di Bari”.

Tier Mobility è presente già in 10 città italiane e punta ad espandere e rafforzare ulteriormente la sua posizione sul mercato. Con l’acquisizione di Nextbike e Spin, Tier ha confermato il suo indirizzo e con l’aumento di e-bike e e-scooter offrirà una vasta gamma di soluzioni per la mobilità multimodale.

Contatta CasaSmart

Condividilo