La riqualificazione della casa e dei condomini, sia dal punto di vista strutturale che energetico, è il tema centrale del nostro blog. Nel corso della nostra attività ci siamo accorti della necessità ed abbiamo parlato con tutti i player della filiera. Come il film “Nessuno si salva da solo” così, nel nostro caso, “Nessuno può fare da solo”.

Sappiamo che per il raggiungimento dell’obiettivo della riqualificazione degli edifici occorre la volontà di tutti gli attori:

  1. Proprietari di immobili;
  2. Tecnici;
  3. Imprese;
  4. Amministratori di immobili;
  5. Istituzioni.

Ci siamo occupati più volte, ad esempio, delle norme a sostegno delle attività per riqualificare gli immobili, sia pubblici che privati. Mi riferisco sia ai bonus del Governo, sia alle piccole ma a volte decisive misure comunali come nel caso di Forlì.

Ma non basta. Un po’ come la digitalizzazione anche la riqualificazione interessa aspetti che non riguardano solo la tecnologia. Si tratta infatti di una vera e propria rivoluzione culturale prima di tutto.

Leggi l’articolo sui guest post

Trovare le formule che agevolino i finanziamenti delle attività di riqualificazione degli edifici ma anche coloro che sobbarchino il fardello della diffusione della cultura della riqualificazione. Sto pensando che se un condominio voglia definirsi 4.0 debba anche essere amministrato da un professionista, o una società, davvero al passo coi tempi.

Ruolo decisivo, poi, hanno certamente i tecnici. Ingegneri, architetti, periti, geometri fino a coloro che materialmente costruiscono o, per meglio dire, ricostruiscono, devono acquisire una mentalità con un obiettivo preciso.

Riqualificare il patrimonio immobiliare italiano non è un vezzo, è una necessità improcrastinabile. Ce lo ricorda la cronaca purtroppo con una certa frequenza.

La riqualificazione degli edifici è il preludio alla riqualificazione di intere zone urbane e, perché no, di intere città o aree metropolitane. Un’azione che porta molteplici vantaggi:

  1. Ambientali;
  2. Economici.

Risparmiare, ottimizzare, efficientare insomma riqualificare significa non solo aiutare l’ambiente ma anche riattivare un settore, quello dell’edilizia, in crisi da un decennio.

Noi vogliamo dare il nostro modesto contributo, favorendo l’incontro e l’interazione di cittadini, imprese e tecnici. Un luogo virtuale, ma non troppo, dove trovare i punti di incontro culturali, e non solo, per ognuno di noi.

Seguite l’evoluzione del nostro progetto, non ve ne pentirete.

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato.

Contatta Casa Smart

Condividilo

By Gennaro Del Core

Comunicatore e giornalista

3 thoughts on “Riqualificazione di casa e condominio, serve sforzo comune”
  1. […] Il recupero di aree e di spazi urbani per attività culturali o sportive o per permettere ai bimbi della città di avere sempre nuovi luoghi dove giocare non è solo un semplice recupero urbano. Chi segue il nostro blog sa che noi intendiamo il termine “smart” come immerso in un contesto e finalizzato non solo ad obiettivi tecnologici ma, anzi, legati a recupero di aree per quella che alcuni arrivano a chiamare “rigenerazione umana” più che urbana. Serve, insomma, uno sforzo comune da parte di tutti i protagonisti della filiera.  […]

Comments are closed.