Riqualificare un edificio, Miceli: “Il manager come facilitatore”

In riqualificareunedificio,casa,condominio il
Autore: Gennaro Del Core

Si parla sempre più spesso di riqualificare un edificio quale primo passo per la riqualificazione dell’intero patrimonio immobiliare italiano. Sul tema ho incontrato Gabriella Miceli, Presidente nazionale di AMi – associazione manager immobiliari, per chiedere a lei alcuni aspetti nei quali può dare un contributo il professionista che amministra immobili.

Tema ormai dibattuto da più parti è quello della riqualificazione di un edificio, cosa ne pensi?

Senza dubbio un obiettivo affascinante ma che impone una riflessione sulle risorse a disposizione. I bonus prorogati in Legge di Stabilità 2017 sicuramente vanno in tal senso ma non è facile trasmettere questo “bisogno” di riqualificazione a chi poi deve sostenerne le spese.

Quale ruolo può avere il manager immobiliare in questo delicato passaggio?

Può svolgere un primo incarico a monte. Può far comprendere, ad esempio, l’importanza che riveste l’elaborazione di un piano di manutenzione programmata come strategia preventiva, al fine di preservare, nel miglior modo possibile, l’edificio ed i suoi impianti. Anche laddove si parli di riqualificazione, con un occhio particolare all’efficienza energetica, può farsi portatore della cultura e della pratica della qualità. Ancora, può favorire la valorizzazione degli spazi condominiali, si pensi ad es. alla biblioteca in condominio, alla lavanderia comune, agli orti comuni, così come farsi promotore del “condominio solidale”, attraverso il co-housing sociale. 

Ciò significa intervenire principalmente sulla gestione dell’immobile?

Certo. L’amministratore-manager può elevare la gestione portandola nel mondo dei servizi integrati e divenire responsabile di un processo che passa dalla quantità alla qualità, per creare valore e questo può avvenire attraverso gestioni evolute del patrimonio immobiliare che puntino a mutuare le buone pratiche, che attualmente vedono il Facility Management come supporto strategico nella gestione e valorizzazione di patrimoni immobiliari pubblici e privati. 

Questa l’unica via per riqualificare un edificio?

Credo proprio di siAbbiamo davanti una nuova frontiera, un’opportunità sulla quale avviare riflessioni ed un confronto anche serrato. Si affronti l’argomento delle gestioni condominiali secondo un nuovo approccio strategico, con il fine di delineare un modello di gestione evoluta degli immobili, anche negli edifici condominiali, e solo così si potrà pensare di passare a modelli di gestione dei servizi per l’insediamento, e di parti di città, orientati ad una migliore qualificazione degli edifici”.

Contattaci per dire la tua.

Commenti
Condividilo

Tag:, ,