Rigenerazione urbana: la Regione Puglia stanzia altri 7 milioni

In urbanistica,ambiente,città il
Autore: Staff

Nell’ultima riunione di giunta la Regione Puglia ha reperito e stanziato ulteriori 7,2 milioni di euro per i progetti di rigenerazione urbana dei Comuni che avevano partecipato al bando. A darne notizia è l’Assessore all’Urbanistica, Alfonso Pisicchio.

” Reperiti ulteriori 7,2 milioni di euro che portano a oltre 182 milioni le somme per i Comuni partecipanti. Una vera iniezione di risorse ma anche di fiducia, per finanziare progetti e idee di Comuni e territori che hanno davvero voglia di investire nella riqualificazione”. Così l’assessore regionale alla Pianificazione Territoriale, Alfonso Pisicchio commenta gli ulteriori 7,2 milioni di euro che si vanno ad aggiungere ai

175 relativi al Bando Pubblico per la selezione delle Aree Urbane e per l’individuazione delle Autorità Urbane in attuazione dell’Asse Prioritario XII “Sviluppo Urbano Sostenibile” Azione 12.1 “Rigenerazione urbana sostenibile” del P.O.R. FESR- FSE 2014-2020.

“Il lavoro puntuale degli uffici regionali – spiega l’assessore – ha permesso di reperire fondi certi che ci permetteranno di scorrere la graduatoria formatasi con il bando sulla Rigenerazione Urbana. Un bando che ha riscontrato grandissimo interesse da ogni angolo della Puglia e che testimonia l’utilità di questo straordinario strumento di pianificazione e di progettazione dei territori. La prossima settimana, con un’apposita delibera di giunta, saranno stanziati gli ulteriori 7,2 milioni di euro che portano così a 182,2 milioni le somme complessive che abbiamo mes

so a disposizione dei Comuni e dei territori”.

“Ma il nostro impegno – sottolinea l’assessore Pisicchio – non si fermerà qui. Grazie all’individuazione di altre risorse e alle economie di gara sui progetti già ammessi e finanziati, potremo ulteriormente scorrere la graduatoria e ammettere Comuni al momento rimasti esclusi. Molti sindaci infatti hanno giustamente e concretamente puntato alla rigenerazione urbana proprio per ricucire pezzi di città, recuperare periferie e pianificare interventi a carattere sociale e contro marginalità e degrado. Questa è la giusta strada che vogliamo perseguire per alzare il livello della qualità urbana. Molti progetti infatti puntano proprio alla qualità, dimostrando un approccio più sociale ai temi della pianificazione”.

Seguici su Linkedin

Commenti
Condividilo

Tag:, ,