Rete 5G: San Marino il primo Stato in Europa

In casa,domotica il
Autore: Gennaro Del Core

La Serenissima Repubblica di San Marino è il primo Stato in Europa ad aver attivato la copertura della rete 5G. Una stretta collaborazione tra il Governo e le imprese Tim e Nokia ha portato all’attivazione della prima antenna.

Si tratta di un apparato radio a standard 3GPP Rel15, con tecnologia “Massive-Mimo”, in grado di gestire decine di segnali radio, sia in entrata che in uscita, praticamente nello stesso momento. Tim e Nokia, grazie alle infrastrutture digitali fatte realizzare dal Governo, hanno avuto la possibilità di fare della Repubblica di San Marino il più grande laboratorio d’Europa. 

Leggi l’articolo sulla prima linea di televisori in 8K

L’Internet delle cose si avvicina a passi da gigante, l’Europa occidentale è la regione che più velocemente sta procedendo sulla strada della connessione fra le cose.

“Internet of Things” non rappresenta solo il dialogo tra i vari device, nell’ambito di una casa, ad uso esclusivamente domestico. Parliamo anche di Smart Working ovvero della possibilità di fare delle nostre abitazioni anche degli uffici. Una prospettiva, ormai realtà in diverse occasioni, secondo la quale l’unità abitativa diventa postazione di lavoro. Sempre più aziende, infatti, stanno optando per questa scelta dopo aver constatato l’aumento della produttività dei collaboratori.

In questo quadro la rete 5G può avere un ruolo decisivo, a patto che vengano realizzate quelle infrastrutture digitali necessarie per il suo sviluppo. Immagina la possibilità, ad esempio, di caricare o scaricare un video per ragioni di lavoro in pochi secondi. Un bel vantaggio, non credi?

La Serenissima Repubblica di San Marino, con il vantaggio di essere un piccolissimo Stato, ha aperto la strada in questo senso grazie all’attivazione della prima antenna radio con la tecnologia della rete 5G, ora spetta ai grandi.

Il nostro paese ha avviato la sperimentazione della rete 5G già in cinque città:

  1. Milano;
  2. Bari;
  3. Matera:
  4. L’Aquila;
  5. Prato.

Ora bisogna accelerare per acquisire, una volta tanto, un vantaggio competitivo rispetto agli altri stati membri dell’Unione Europea.

Seguici su Telegram

Commenti
Condividilo

Tag:, , ,