Federlegno, rapporto sugli edifici in legno in Italia

In ambiente,casa,urbanistica,vitadacondomini il
Autore: Staff

Federlegno ha presentato la seconda edizione del rapporto sulle case e gli edifici costruiti in legno in Italia. Lo studio è stato condotto dal Centro Studi Federlegno Arredi Eventi e si riferisce ai dati del 2015.

Federlegno ha proposto una mappatura sia a livello nazionale ma anche ai livelli regionali di un settore che, ad oggi, conta su un giro di affari che si aggira sui 700 milioni di euro. 

Una tipologia di costruzione che, come confermano i dati, è in costante crescita nel nostro paese ed in particolare in alcune regioni come Lombardia e Trentino Alto Adige. In media nazionale, una nuova abitazione ogni 14 è costruita in legno. Un dato significativo che testimonia, secondo l’indagine di Federlegno, anche la crescente attenzione del consumatore finale.

E’ evidente, infatti, che lo sviluppo di determinati orientamenti di coloro che acquistano una casa si stia spostando sempre più verso temi cari all’ambiente:

  1. Sostenibilità ambientale;
  2. Efficientamento energetico;
  3. Sicurezza.

Nell’ambito della nuova edilizia residenziale, dunque, c’è un settore, quello delle costruzioni in legno, che sembra non conoscere crisi se, come emerge dal rapporto di Federlegno, nel solo anno 2015 sono state realizzate ben 3.400 nuove abitazioni.

Nella speciale classifica delle Regioni con la maggiore presenza di abitazioni ed edifici realizzati in legno, il rapporto di Federlegno evidenzia una certa supremazia territoriale nella distribuzione dei fabbricati:

  1. Lombardia 20%;
  2. Veneto 18%;
  3. Emilia Romagna 15%.

Per concludere, soddisfazione è stata espressa dal presidente nazionale di Assolegno, Marco Vidoni: “Fondamentale porre l’accento sull’importante contributo di ricerca e sviluppo che le nostre aziende stanno fornendo per realizzare edifici belli e sicuri in qualunque territorio vengano realizzati”.

Contattaci per dire la tua.

Commenti
Condividilo

Tag:, , , , ,