Raccolta differenziata, incontro di Confabitare a Bari

In vitadacondomini,città,condominio,incontri il
Autore: Staff

Sabato 10 giugno a Bari, presso l’hotel Hilton dalle 9.00 alle 13.00, si terrà l’iniziativa di Confabitare – Area Metropolitana di Bari dal titolo “una città migliore comincia anche da te…facciamo la differenza. L’associazione che riunisce i proprietari immobiliari ha scelto il tema della raccolta differenziata a pochi giorni dall’avvio delle attività “porta a porta” nei primi quartieri che saranno interessati.

L’incontro promosso dalla presidente di Confabitare, Luciana D’Attolico, vedrà anche la partecipazione del presidente nazionale, Alberto Zanni, ed ha l’obiettivo di analizzare attentamente le nuove disposizioni in materia di igiene ambientale, partendo proprio dalla raccolta “porta a porta”, affrontando le criticità relative all’applicazione della nuova normativa. Tra le problematiche principali, ad esempio, l’accatastamento incondizionato delle pattumelle che crea disagi alla circolazione pedonale e carrabile.

“La Confabitare – spiega D’Attolico – è da sempre vicina alle problematiche reali dei proprietari immobiliari. Grazie a questo incontro intendiamo approfondire un tema che riguarda tutti, proprietari e non. Il nostro obiettivo associativo è quello di fungere da ponte con le istituzioni finalizzato ad un dialogo costante e proficuo”.

All’iniziativa parteciperemo anche noi con Rossana Saponaro: “La questione ambientale ha imposto nell’ultimo ventennio una revisione profonda di tutti gli strumenti e di tutte le strategie di governo del territorio. La Nuova Agenda Urbana, alla quale ha aderito anche la Regione Puglia in seguito alla Conferenza Mondiale Habitat III che si è tenuta a Quito (Equador) lo scorso ottobre, lancia un dato di previsione allarmante: entro il 2050, gli abitanti delle città avranno superato i 6 miliardi di persone e saranno generate oltre 2 miliardi di tonnellate di rifiuti l’anno. Da qui il tema centrale Housing and Sustainable urban development, tema che non può essere assolutamente slegato da quello della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti urbani, pensati come strumento di sostenibilità ambientale. L’auspicio è che momenti come questo rappresentino opportunità capaci di risvegliare o sviluppare una coscienza ambientale nei cittadini”.

Commenti
Condividilo

Tag:, , ,