Perizia tecnico-estimativa, cos’è e quando è necessaria?

In mercato immobiliare,casasmartperte,Consulenza Smart il
Autore: Rossana Saponaro

Una perizia tecnico estimativa altro non è che un insieme di indagini e studi dal profilo tecnico economico. Quando siamo coinvolti in una operazione commerciale che riguardi un immobile, sia che si tratti di locazione che di vendita ma anche di divisione dei beni, quello della perizia tecnico-estimativa è un passaggio obbligatorio. L’obiettivo del professionista incaricato è quello di formulare un giudizio di valutazione.

Abbiamo già affrontato, in maniera generale, l’argomento delle perizie tecniche in ambito immobiliare. Con questo articolo cominciamo ad entrare nel dettaglio delle perizie tecnico estimative. Relazioni articolate e dense di dati.

Una perizia tecnico estimativa è un vero e proprio rapporto di valutazione. Può essere redatto da un tecnico, geometra, architetto o ingegnere abilitato ed iscritto al proprio ordine professionale. Come si esegue? Si parte dalla fase più importante: il sopralluogo, attraverso il quale il tecnico incaricato ha la possibilità di osservare e verificare direttamente lo stato dei luoghi del bene oggetto di stima.

Il sopralluogo è utile per raccogliere tutte le principali caratteristiche immobiliari. I dati relativi all’ubicazione dell’immobile, al contesto urbano e territoriale, ai collegamenti contribuiscono al raggiungimento di una visione d’insieme capace di influenzare le valutazioni finali. Stessa cosa dicasi per il contesto edilizio e quindi, le tipologie costruttive e le relative dotazioni di dettaglio. Si passa quindi da osservazioni di carattere urbano (zona di PRG, urbanizzazioni primarie e secondarie, ecc.) ad informazioni più puntuali relative, ad esempio, alla distribuzione architettonico-funzionale, alle caratteristiche costruttive, alle finiture e agli impianti.

E’ bene prestare molta attenzione al contesto reddituale e alla eventuale sussistenza di vincoli, pregiudizi e servitù, specie in un contesto condominiale.

In questa fase conviene provvedere alla raccolta di tutti i documenti relativi al bene in questione e scattare numerose fotografie. Il tecnico preparerà così un plico con tutte le pratiche edilizie esistenti, le certificazioni degli impianti, la documentazione catastale, quella relativa al collaudo, all’agibilità e l’APE.

Continua a seguirci, nei prossimi articoli approfondiremo ulteriormente il tema delle perizie tecnico estimative.

Hai bisogno di una consulenza? Contattaci.

Commenti
Condividilo

Tag:, , , , ,