Mutui: il rapporto 2018 del Consiglio Nazionale Notariato

In mercato immobiliare,casa il
Autore: Gennaro Del Core

Presentato il rapporto 2018 del Consiglio Nazionale Notariato sull’accensione dei mutui per l’anno 2018. Le statistiche sono il risultato delle comunicazioni dei professionisti di tutta Italia. Scopriamo chi lo richiede e quanto viene erogato.

La cifra totale si aggira sui 65 miliardi di euro, il flusso di capitale richiesto dagli Italiani per mutui ipotecari è in crescita rispetto agli anni precedenti. La maggior parte dei mutui, però, non supera l’ammontare di 100.000 euro in media. Tuttavia, il tasso maggiore di crescita, ben il 7%, si registra sui mutui per un valore medio superiore ai 150.000 euro.

Contrariamente a quanto si possa immaginare, la fascia di età che richiede in misura maggiore di accendere un mutuo è quella compresa tra i 36 ed i 45 anni, con prevalenza del genere maschile. 

I dati della ripresa dell’accesso al credito testimoniano una certa, seppur timida nelle dimensioni, ripresa delle compravendite. Ovviamente, a farla da padrone sono principalmente quelle riguardanti le abitazioni, seguite a ruota da locale adibiti ad attività commerciali e capannoni.

In aumento anche il valore medio delle cessioni di fabbricati, che passano da 118.330 euro del primo semestre 2018 a 121.820 euro nel secondo semestre (nel 2017 il valore medio di vendita era pari a 126.000 euro).

Dati che lasciano bene sperare e che fanno il paio con quelli che segnano un generale aumento delle compravendite di immobili. La riapertura dei rubinetti del credito alle famiglie è uno dei propulsori dell’intera economia. Non è un mistero, infatti, che siano in particolari le giovani coppie ad alimentare i consumi interni.

Non è da sottovalutare, infine, l’effetto benefico in questi anni prodotto dai bonus e dal piano casa. Misure che, nelle loro diverse declinazioni, hanno portato maggiore attenzione dell’utenza a determinate tematiche e, soprattutto, a mettere mani sulle loro proprietà.

Un immobile rimesso a nuovo, come è ovvio che sia, non solo migliora la qualità della vita di coloro che lo abitano ma accresce anche il suo valore. Un aspetto, quest’ultimo, che non dispiace mai.

Entra nella community Linkedin

 

 

Commenti
Condividilo

Tag:, , ,