Il mercato immobiliare è in ripresa?

In casa,casasmartperte,mercato immobiliare il
Autore: Staff

Il mercato immobiliare, soprattutto abitativo, sembra essere in ripresa dopo una crisi lunga dieci anni. Tutto il settore edile sembra rivivere segnali di risveglio soprattutto grazie al cambio di finalità: non più solo e soltanto costruire ma riqualificare.

Sul tema della ripresa del mercato immobiliare, in particolare per quel che concerne Bari e provincia, è intervenuto Costantino Spagnoletti del Gruppo Arcadia Immobiliare: “Negli ultimi tempi ho effettivamente constatato l’aumento del numero di compravendite e la riduzione dei tempi di vendita in ambito del mercato immobiliare ed in particolare per quel che concerne il settore abitativo”.

“Uno sviluppo – prosegue Spagnoletti – dai risvolti indubbiamente positivi per tutto il settore. E’ chiaro che ne beneficia tutta la filiera, chi progetta, chi costruisce, chi fornisce manodopera e materiali edili…ovviamente anche chi vende e chi compra. Il problema è che veniamo da tempi di grave crisi quindi la strada per la ripresa sarà lunga e non certo rapida. Siamo fiduciosi, tuttavia, che le nuove tendenze del mercato, ad esempio penso alla riqualificazione degli edifici, portino ad un sostanziale miglioramento generale.

Se dovessi focalizzare la mia analisi sul mercato immobiliare di Bari, ad esempio, partendo dai dati del nostro gruppo immobiliare e dal confronto con i colleghi di altre agenzie, posso affermare che l’abbassamento dei prezzi degli immobili sta dando nuova linfa allo stesso. Il problema era precedente, un’improvvisa impennata verso l’alto aveva comportato un inevitabile momento di difficoltà. I tempi di vendita erano effettivamente diventati davvero lunghi e non posso non notare anche un altro aspetto che ha aiutato la ripresa del settore. Mi riferisco ad una maggiore disponibilità delle banche a concedere mutui. E’ del tutto evidente, infatti, che se non c’è il sostegno finanziario è difficile, se non impossibile in molti casi, procedere all’acquisto di una casa. Penso in particolare alle coppie che vogliano mettere su famiglia.

Infine – conclude Spagnoletti – farei un passaggio anche sulla situazione del mercato immobiliare non prettamente a carattere abitativo. Abbiamo notato un leggero aumento, infatti, anche nel comparto residenziale. La Puglia è in cima alle classifiche dei sogni di tanti turisti, soprattutto stranieri, che possono scegliere anche di acquistare un immobile per le loro vacanze. Non si tratta, però, solo di un investimento legato al periodo delle ferie, un acquisto in ambito residenziale può rappresentare anche un’altra fonte di guadagno. Può essere messo a valore per tutto l’anno, penso a masserie e trulli soprattutto. Credo che dovremmo fare in modo da migliorare i procedimenti burocratici in modo da favorire questo genere di investimenti soprattutto dagli altri paesi europei e non. La valorizzazione di un territorio e la destagionalizzazione dell’offerta turistica passano anche dalla facilità con la quale si possono effettuare questo genere di investimenti”.

Commenti
Condividilo

Tag:, , ,