Secondo l’analisi di Tecnocasa il mercato immobiliare ha subito, nel primo semestre 2020, un calo del 21,8%. Non solo, emergono nuove tendenze nell’acquisto delle abitazioni, una su tutte è la preferenza degli acquirenti per l’hinterland delle grandi città rispetto alle zone centrali, storiche e non.

La pandemia da covid ha impattato in senso negativo anche sul mercato immobiliare e questo lo sapevamo già (a tal proposito leggi l’articolo sul calo delle esecuzioni immobiliari) arrivando quasi a bloccare tutto nei mesi in cui sono state più stringenti le misure governative a contrasto dell’emergenza. Subito dopo la riapertura, tuttavia, si è verificato un rimbalzo verso l’alto, quasi una ritrovata voglia di acquistare casa, spinta probabilmente da una reazione naturale alla chiusura forzata.

Realizza con noi la tua intervista o il tuo video per valorizzare il tuo lavoro

Si fanno strada anche nuovi bisogni degli acquirenti, più propensi verso soluzioni con maggiore disponibilità di spazi esterni, giardini e terrazzi. L’analisi sociodemografica di Tecnocasa, evidenziando quindi un’evoluzione nelle ricerche di abitazioni, ha dimostrato una tendenza: sono aumentati gli acquisti di prima casa da parte di chi risiede in una metropoli sia nell’hinterland della metropoli stessa sia in altre province della stessa regione e non. Si legge che nel terzo trimestre del 2020 siano aumentate le percentuali di persone residenti in grandi città che hanno acquistato nell’hinterland oppure in altre province, dove spesso per altre province si intende province della stessa regione di appartenenza. L’emergenza sanitaria ha spinto più persone rispetto al solito a cercare la propria abitazione ideale, la casa principale, fuori dai confini cittadini.

Due esempi su tutti sono gli sviluppi del mercato immobiliare a Milano e Roma.

A Milano la percentuale di persone che hanno acquistato nell’hinterland ed in altre province è salita al 44,6% del totale, mentre nel terzo trimestre del 2019 si fermava al 38,2%. Il fenomeno è ancora più evidente a Roma, dove si passa dal 14,2% all’attuale 32,6% di acquisti nell’hinterland ed in altre province. Anche a Torino aumentano gli acquisti fuori città, nel terzo trimestre del 2020 infatti raggiungono il 36% contro il 27,8% dell’anno precedente. In alcune province delle metropoli iniziano a registrarsi più richieste da parte di chi vive in città per ricercare soluzioni più ampie. Ad esempio a Roma gli affiliati Tecnocasa e Tecnorete segnalano richieste nella zona dei Castelli Romani in paesi come Velletri, Lanuvio, Genzano e Campoleone. Richieste anche per Pomezia. Anche a nord della capitale segnalano richieste e Monterotondo, Sacrofano, Campagnano. In provincia di Torino si registrano richieste abbastanza diffuse sia in prima sia in seconda cintura per l’acquisto di spazi più ampi o con giardino. Abbiamo anche notato una buona tenuta dei valori in alcune periferie delle metropoli tra cui Milano: i prezzi più contenuti hanno consentito l’acquisto di metrature più ampie. Da Milano si registrano anche richieste a Monza, Legnano e in generale nella prima cintura della città.  Uno spostamento, in parte, dettato anche dalla necessità di acquistare laddove i prezzi sono più contenuti e c’è più disponibilità di metrature più ampie, di case con giardino, di case di nuova costruzione e di soluzioni indipendenti. Infatti è aumentata anche la percentuale di chi acquista queste ultime tipologie.

Per concludere, la casa si è trasformata per via della pandemia da covid, diventando ora ufficio, ora scuola. Milioni di persone hanno scoperto lo smart working (di cui noi parlavamo già da anni) ed hanno dovuto imparare la necessità di vivere un’abitazione più grande, in grado di ricavare anche spazi di relativa calma per lavorare o studiare. Questa evoluzione delle esigenze degli acquirenti, a mio parere, non tornerà indietro. Anche quando la pandemia sarà un ricordo, speriamo quanto prima, saremo tutti così adagiati, e piacevolmente, alle nuove abitudini che non rinunceremo alla comodità ed al risparmio che una casa smart e multi funzionale sa dare.

Iscriviti alla newsletter

Condividilo

By Gennaro Del Core

Blogger, comunicatore e giornalista

3 thoughts on “Mercato immobiliare: hinterland preferito ai centro città”

Comments are closed.