Leonardo DiCaprio, serata di gala per l’ambiente

In città,ambiente,debat public,incontri il
Autore: Rossana Saponaro

Leonardo DiCaprio, premio Oscar, ci prova ancora e lancia il quarto appuntamento di gala della fondazione alla quale ha dato il suo nome. Una sorta di crowdfunding per vip con l’obiettivo di raccogliere fondi per finanziare progetti volti alla salvaguardia ambientale.

“Ci sono ancora tante persone nel mio paese che negano che il cambiamento climatico sia dovuto al comportamento umano. Come dice uno degli scienziati presenti in ‘Before the Flood’, è come negare la forza di gravità. Se il 97% della comunità scientifica sostiene che esiste questo problema e tu lo neghi significa che vivi letteralmente fuori dalla realtà”, afferma l’attore.

Per il quarto anno consecutivo Leonardo DiCaprio ha organizzato una serata di Gala a Saint-Tropez per raccogliere fondi in favore della sua charity, la Leonardo DiCaprio Foundation. Preservare e proteggere la terra e tutti i suoi abitanti (sono 70 i progetti attivati in tutto il mondo, che collaborano instancabilmente con le comunità locali e i leader mondiali per realizzare un cambiamento duraturo a favore dell’ambiente).

Tanti gli ospiti che ogni anno sposano la causa, oltre alla fedelissima Kate Winslet. Nel corso della serata si sono esibiti Lenny Kravitz e Madonna, che ha cantato diverse canzoni, tra cui La Isla Bonita e Ray of Light. Inoltre, il sindaco di Parigi Anne Hidalgo è stata premiata per l’impegno profuso per rendere la capitale francese una città sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

Al gala hanno partecipato, tra gli altri, Tom Hanks, Jared Leto, Cate Blanchett, Penélope Cruz, Emma Stone, Uma Thurman, Marion Cotillard, Kate Hudson e Tobey Maguire. Un vera e propria parata di star che, con gli 8mila dollari pagati per ciascun biglietto, ha dato un contributo prezioso alla causa dell’ambiente e del clima.

La Leonardo DiCaprio Foundation vanta un tesoretto da 80 milioni di dollari già stanziato a partire dal 2008 per finanziare progetti volti alla salvaguardia ambientale. L’obiettivo era quello di accrescerlo tramite la vendita di opere di artisti come Damien Hirst, Paul McCharty o Rashid Johnson. Obiettivo raggiunto visto che il ricavato della serata si è attestato intorno ai 30 milioni di dollari e l’asta prosegue sul sito della fondazione a partire dal 10 agosto fino al 23 agosto.

L’attenzione dell’attore Premio Oscar verso i problemi legati ai climate change è nota da tempo e lo aveva portato a incontrare personalità politiche come Barack Obama e Papa Francesco durante la produzione del documentario “Before the flood” uscito nelle sale cinematografiche nell’ottobre del 2016.

Un film documentario, per il quale Leonardo Di Caprio è produttore ed interprete principale. Un viaggio attraverso i cinque continenti che espone fatti e fenomeni legati ai mutamenti climatici, comprese le testimonianze di importanti leader mondiali attivisti nella difesa dell’ambiente.

Contattaci per dire la tua.

Commenti
Condividilo

Tag:, , , , , ,