Legambiente: il treno verde torna a Bari

In città,ambiente il
Autore: Gennaro Del Core

Torna a Bari il treno verde di Legambiente, nelle giornate del 23 e del 24 febbraio sarà in sosta al binario IV Ovest della stazione centrale nel capoluogo pugliese per accogliere i visitatori con una mostra.

Leggi l’articolo sull’ecosportello comunale in provincia di Catania

La campagna itinerante di Legambiente, in collaborazione con Ferrovie dello Stato, fa tappa nuovamente in Puglia (l’anno scorso era arrivata a Foggia), per sensibilizzare i cittadini su modelli energetici più sostenibili.

Il clou dell’iniziativa in terra barese sarà domenica, alle ore 11.00, quando verrà presentato, alla presenza anche del Sindaco Antonio Decaro, il rapporto sull’inquinamento della città. Uno stato di salute del capoluogo tratto da un anno di rilevazioni atmosferiche da parte di Legambiente, uno speciale monitoraggio scientifico per misurare le polveri sottili (PM1, PM2.5 e PM10) e i flussi di traffico nelle città.

All’evento interverranno Mirko Laurenti, portavoce del Treno Verde, Francesco Tarantini, presidente Legambiente Puglia, Vito Bruno, direttore Generale Arpa Puglia, e Roberto Antonacci, presidente Legambiente Bari.

Leggi il nuovo blog del nostro gruppo. Interamente dedicato alla comunicazione dei liberi professionisti.

Obiettivi della nuova edizione del Treno Verde di Legambiente sono:

  1. Promuovere un futuro con mobilità a zero emissioni;
  2. Ridurre l’inquinamento (secondo il principio europeo “chi inquina paga”);
  3. Puntare sull’intermodalità e sull’elettrico, a partire dai trasporti pubblici e dalla sharing mobility.

Sul treno verde di Legambiente, anche nella tappa barese, sarà possibile visitare la mostra didattica e interattiva allestita all’interno delle quattro carrozze. Un’iniziativa che intende coinvolgere soprattutto i più giovani affinché possano toccare con mano le sfide da affrontare per segnare la fine dell’era delle fonti fossili e per dare una risposta efficace alla drammaticità dei mutamenti climatici.

La mostra, il cui ingresso è gratuito, sarà visitabile da lunedì a mercoledì dalle ore 8:30 alle 14 per le scuole prenotate e dalle 16 alle 19 per tutti i visitatori.

La campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del territorio e del mare, proseguirà fino alla sua tappa conclusiva di Milano, in programma ad aprile.

Per concludere, un’iniziativa lodevole che, come ogni anno, riaccende i riflettori su temi che sembrano fuori dall’agenda politica. Incredibile, se si pensa agli effetti dei cambiamenti climatici che ormai ognuno di noi può verificare. Anche una grande occasione di sviluppo che viene sprecata, se posso, data la grande e sempre maggiore importanza della cosiddetta green economy che porta, inevitabilmente, a nuovi green jobs.

Seguici su Linkedin

 

Commenti
Condividilo

Tag:, ,