La Giornata nazionale della Prevenzione Sismica

In riqualificareunedificio,fascicolo del fabbricato,professione e professionisti il
Autore: Gennaro Del Core

“La Giornata nazionale della Prevenzione Sismica” è un’iniziativa promossa da Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, Protezione Civile, Conferenza dei Rettori Università Italiane e della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. Scopo della giornata, che si terrà il prossimo 30 settembre, sarà informare e sensibilizzare i cittadini sul tema della sicurezza e della prevenzione sismica.

Il prossimo 30 settembre nelle piazze di tante città italiane, architetti ed ingegneri saranno a disposizione dei cittadini per rispondere a domande sui temi della prevenzione e della sicurezza e per informare sul programma di “prevenzione attiva” che si svolgerà nel successivo mese di novembre, quando saranno realizzabili sopralluoghi gratuiti da parte di esperti in materia.

Non sai come promuovere la tua attività? Chiedilo a noi

Non solo dunque una campagna informativa, ma un’iniziativa che permetta di passare concretamente “dal sapere al fare” con visite tecniche informative presso le abitazioni da parte di architetti e ingegneri esperti in rischio sismico. Per tutto il mese di novembre migliaia di professionisti, dunque, consapevoli dell’importanza del proprio ruolo tecnico per la messa in sicurezza del paese, parteciperanno volontariamente all’iniziativa. Su richiesta dei proprietari, si recheranno presso le abitazioni per effettuare una visita tecnica al fine di fornire una prima informazione sullo stato di rischio dell’immobile e sulle possibili soluzioni finanziarie e tecniche per migliorarlo, senza alcun costo per il cittadino.

I cittadini interessati potranno effettuare la richiesta a partire dal prossimo 20 settembre direttamente sul portale dedicato. Dopo aver inserito i dati necessari, quali quelli personali e dell’abitazione come anagrafica, toponomastica, tipologia costruttiva e destinazione d’uso, potranno anche indicare le proprie disponibilità in termini di giorni e orari per la visita.

Un’iniziativa che può rappresentare un punto di partenza sia per quanto riguarda il recupero e la messa in sicurezza di tanti edifici sparsi su tutto il territorio nazionale, sia una nuova occasione professionale per i tecnici che effettueranno le visite. Il patrimonio immobiliare italiano è costituito, per percentuali importanti, da costruzioni ormai vetuste. A volte costruite ben prima dell’introduzione delle norme antisismiche.

Un comparto in difficoltà da almeno un decennio potrebbe dare nuova linfa alla ripresa, anche di tutto l’indotto, e cogliere la sfida internazionale della riqualificazione del patrimonio immobiliare. L’auspicio è che quella rete delle professioni tecniche, che a livello nazionale ha portato alla nascita di iniziative come questa, abbia presto anche le sue declinazioni locali. Solo un lavoro di formazione ed informazione capillare può portare risultati tangibili.

Seguici su Telegram

Commenti
Condividilo

Tag:, , , ,