Immobiliare: la figura del Property Manager

In casa,mercato immobiliare il
Autore: Gennaro Del Core

Nel mondo immobiliare si sta facendo strada una figura professionale legata alla gestione degli immobili, pubblici e privati, legata principalmente alla gestione ed alla riscossione degli affitti ma nono solo. E’ il property manager, punta a valorizzare un immobile così da renderlo appetibile ad eventuali locatari.

In passato si pensava a figure professionali impegnate nella gestione di un immobile come semplici contabili o amministratori di condominio. L’evoluzione digitale e le esigenze sempre maggiori del mercato, invece, hanno apportato numerose modifiche a questa che potremmo inserire nelle nuove attività green jobs. Cosa centra la sostenibilità? Semplice. Nella valorizzazione di un edificio, soprattutto quando destinato ad attività commerciali, i consumi non sono un dettaglio. Si pensi, ad esempio, ad una struttura che ospiti un centro commerciale. Favorire il risparmio energetico comporta non solo un risparmio economico ma anche un effetto benefico sull’ambiente.

Entriamo più nello specifico delle mansioni del Property Manager.

Abbiamo detto che il suo rapporto di lavoro con la committenza si basa sulla rendita che riesce a produrre da un determinato immobile. Parliamo di affitti, dunque, al di là che si tratti di semplici inquilini di case o di locatari di locali commerciali e che, di conseguenza, debbano svolgere un’attività ai fini di lucro all’interno. In entrambi i casi, infatti, le mansioni più importanti in capo al property manager si ricondurranno alla tutela del patrimonio, alla sicurezza per le persone ed al decoro degli spazi. Dovrà prevedere, quindi, una serie di servizi già nella sua proposta commerciale, dalla manutenzione alle pulizie solo per citarne un paio.

Subito dopo, ma non meno importante, il compito di gestire le relazioni con i locatari. Rendere proficue le relazioni tra le persone non è mai facile, tanto meno quando si hanno responsabilità, ad esempio, di riscossione degli affitti, da un lato, e di manutenzione di una struttura, dall’altra. Il property manager è a metà strada tra proprietà ed inquilini e deve far conciliare esigenze ed interessi di entrambe le parti, pur lavorando solo per una. Una gestione professionale ed efficace delle relazioni fra tutti i protagonisti della vicenda migliorerà non solo la qualità della vita di tutti ma anche i profitti della proprietà, rendendo più fluida la gestione economica e personale.

Per concludere, la figura professionale del property manager abbraccia diversi ambiti nella gestione di una proprietà. Dalla semplice contabilità alle scadenze fiscali, dalla riscossione degli affitti alla manutenzione ordinaria e straordinaria, fino alla gestione dei servizi che consentano di valorizzare sempre più l’immobile. Un manager a tutto tondo molto utile a titolari di patrimoni immobiliari da mettere a profitto, persone ma anche istituti bancari per esempio, e che avrà sempre più senso e verrà sempre più ricercato in una società caratterizzata da una proprietà sempre più polarizzata in determinati ambiti (leggi l’articolo sul cantiere superbonus).

Seguici su Telegram

 

Condividilo

Tag:,