Google pensa ai videogiochi

In casa il
Autore: Gennaro Del Core

Secondo ormai diverse voci il colosso Google starebbe pensando ad un servizio in streaming pensato e sviluppato per il mondo dei videogiochi.

Secondo quanto riportato da Kotaku, blog di videogiochi facente parte del gruppo Gawker Media creato nell’ottobre 2004 da Matt Gallant, Google starebbe per lanciare la sua piattaforma che, partendo da Youtube, svilupperebbe il mondo dei videogiochi in streaming.

Leggi l’articolo su Google Assistant

Una sorta di Netflix del game, quindi non solo sviluppo dell’hardware ma anche dei contenuti ovvero dei giochi. Ci siamo già occupati delle tante evoluzioni che Google sta dedicando al mondo della casa in una visione della stessa sempre più intelligente  e connessa.

Questa volta è un po’ diverso, non si tratta di migliorie all’efficienza dell’unità abitativa ma di una proposta per l’intrattenimento all’interno della stessa.

Il mondo dei videogiochi, oggi, va ben oltre il semplice momento di svago. E non è più solo un tema caro ai più giovani. Lo dimostra la sempre maggiore diffusione del cosiddetto “gaming”, modalità di formazione, ad esempio, per i dipendenti di un’azienda.

Un altro aspetto che inevitabilmente sta prendendo piede è quello della realtà aumentata grazie ad una tecnologia, ed agli strumenti ad essa collegata, che permette di “visitare” un luogo senza esserci mai stati.

Allora non è difficile immaginare le ragioni che potrebbero portare un gigante economico del nostro tempo ad entrare nel mondo dei videogiochi. Perché non si parlerebbe solo di mettere a disposizione online qualche passatempo per ragazzini. Nell’era digitale la casa ha assunto diverse funzioni, tra le quali anche quella di ufficio e quindi una piattaforma streaming potrebbe veicolare messaggi e funzionalità utili in tantissimi settori, molti dei quali probabilmente inimmaginabili in questo momento.

Leggi “Come vendere in edilizia”

 

 

Commenti
Condividilo

Tag:,