Gli ecobonus hanno funzionato?

In riqualificareunedificio,ape,casa,città,condominio il
Autore: Gennaro Del Core

Abbiamo appena concluso il nostro ultimo appuntamento, lo scorso 27 maggio in Fiera del Levante a Bari, dal titolo “Riqualificare un edificio, costi e benefici”. La domanda che gli operatori del settore, ognuno per la sua parte, si sono posti è stata: ma l’ecobonus e gli incentivi fiscali hanno funzionato?

Tutti i protagonisti del settore edile, intervenuti al nostro workshop, hanno una propria sensazione. Chi ne ha usufruito di più e chi meno, anche gli stessi amministratori immobiliari hanno portato feedback diversi al dibattito. 

A provare a dare una risposta arriva il rapporto “Una nuova edilizia contro la crisi” di Fondazione Symbola e Cresme (Centro ricerche economiche e sociali del mercato dell’edilizia). 

Dal report emergono dati interessanti e, soprattutto, incoraggianti per il settore. Le ristrutturazioni edilizie hanno portato 28,2 miliardi di euro (con un incremento del 12,3% sul 2015) e 419 mila occupati tra diretti e indotto. Non solo, riqualificare porta a una crescita del valore dell’immobile del 29% in più rispetto ad un’edificio non ristrutturato, con un prezzo medio superiore anche rispetto alle case nuove.

Gli anni della crisi dell’edilizia, insieme a tutti gli altri settori, sono andati dal 2007 al 2016. In questo lasso di tempo però, i lavori di manutenzione straordinaria incentivati con il credito di imposta sono stati pari a 190 miliardi di euro. Tanto che oggi il 79% del valore della produzione del settore edile si deve alla riqualificazione del patrimonio esistente.

Per le imprese del settore i bonus vanno ampliati e prorogati. Va cavalcato un trend positivo anche allargando i potenziali beneficiari che oggi non possono accedere. Si pensi, ad esempio, agli anziani o ai cosiddetti incapienti per i quali, però, con la manovrina si è aperta la strada della cessione del credito alle banche.

Quindi, per rispondere alla domanda iniziale, pare che le azioni pubbliche a sostegno del settore abbiano portato a dei risultati che però vanno ancora sostenuti perché durino nel tempo. Sono cambiate tante cose, soprattutto è cambiata la cultura di chi decide di approfittare degli incentivi ma è cambiata anche la consapevolezza degli obiettivi finali del settore delle costruzioni: riqualificare e non costruire.

Contattaci

Commenti
Condividilo

Tag:, , , , ,