Fascicolo del fabbricato: l’Ordine dei Geologi rilancia

In fascicolo del fabbricato,ambiente il
Autore: Gennaro Del Core

L’Ordine dei Geologi della Campania, nella persona del Presidente Egidio Grasso, ha rilanciato la necessità dell’introduzione dell’obbligatorietà del fascicolo del fabbricato dopo l’ultimo sciame sismico che si è registrato nei giorni scorsi in Molise.

Le ultime scosse del 18 e 19 agosto scorsi sono state avvertite anche nelle Regioni limitrofe della Campania e della Puglia pur non causando, fortunatamente, vittime o danni particolarmente gravi. Tuttavia, torna sempre il tema dell’introduzione dell’obbligatorietà della carta di identità degli edifici, una documentazione necessaria per raccontare la storia di un fabbricato. Un report costituito da dati strutturali, caratteristiche geologiche ed urbanistiche.

Leggi l’articolo sull’iniziativa degli ingegneri per la prevenzione sismica

Un’iniziativa che ci auguriamo diventi presto obbligatoria e digitale.

La preoccupazione suscitata dall’evento sismico, ultimo solo in termini temporali, ha riportato la discussione sul tema del fascicolo del fabbricato, al punto che l’Ordine dei Geologi della Campania è tornato a chiederne l’introduzione.

Il Presidente Egidio Grasso ha sottolineato: “C’è la necessità di classificare e catalogare gli edifici. Stiamo verificando la vulnerabilità sismica di tutti i fabbricati pubblici ma serve un censimento per singolo costruito. E’ importante capire in quale edificio viviamo, la consapevolezza viene prima di qualsiasi altra cosa”.

Il fascicolo del fabbricato è al centro del dibattito, tecnico ma non solo, ormai da anni. Coloro che vi si oppongono lo fanno non perché non lo reputino necessario bensì perché temono si risolva nella semplice introduzione di un nuovo inutile balzello. La redazione della carta d’identità di un edificio, tuttavia, non può e non deve risolversi nella compilazione di una check list. Si tratta di uno strumento importante ed oggi quanto mai vitale in un paese come il nostro dove la maggior parte del patrimonio immobiliare risulta vetusto e, addirittura, in molte zone risulta costruito ben prima dell’introduzione delle norme a sostegno di una cultura antisismica.

Per concludere, l’auspicio è che il fascicolo del fabbricato, chiesto ormai da tanti player del settore edile, sia affrontato seriamente. Diventi, insomma, un valido alleato per il contrasto alla mancata riqualificazione di tutti gli edifici, pubblici e privati.

Entra nella community 

 

 

 

Commenti
Condividilo

Tag:, , , ,