Fascicolo del fabbricato, Berlen: “Prevalga il buon senso su altre logiche”

In fascicolo del fabbricato,edilizia smart,mercato immobiliare,professione e professionisti,urbanistica,vitadacondomini il
Autore: Staff

Il fascicolo del fabbricato torna a far discutere addetti ai lavori nel settore immobiliare. Abbiamo rivolto tre domande a Francesco Berlen, Presidente di Help!Condominio Bari.

  1. Qual è la tua posizione sul fascicolo del fabbricato?

Come si può non essere favorevoli alla redazione del fascicolo del fabbricato?!

A seguito dei recenti eventi sismici, gli Enti locali e le Istituzioni stanno valutando la possibilità di ripristinare l’obbligatorietà del Fascicolo del fabbricato. A livello nazionale e regionale ci sono stati diversi disegni di legge, che però non hanno mai completato l’iter di approvazione legislativo

I drammatici fatti di Torre Annunziata, dello scorso anno, hanno riportato l’attenzione sul fascicolo del fabbricato ovvero la carta di identità degli immobili che dovrebbe consentire di conoscere lo stato di manutenzione di strutture e impianti, intervenendo dove necessario. La riforma è, da anni, ahimè, oggetto di discussioni feroci, sentenze, polemiche tra gli esperti. Alcuni, come il Consiglio nazionale degli ingegneri, la chiedono a gran voce; altri, come Confedilizia, parlano di un onere scaricato sui privati che, nella pratica, risolverebbe ben poco.

  1. Quali caratteristiche imprescindibili deve avere?

Il Fascicolo del fabbricato è un documento tecnico nel quale sono contenute tutte le informazioni relative allo stato di agibilità e di sicurezza di un immobile, sotto il profilo della stabilità, dell’impiantistica e della manutenzione.

Con il Fascicolo occorre poter individuare l’unità immobiliare, sotto tutti gli aspetti, tra cui la legittimità edilizia-urbanistica, comprenderne lo stato di conservazione, e programmare di conseguenza tutti gli eventuali interventi necessari, per mantenere efficiente l’immobile in tutte le sue componenti. In particolare, i paragrafi del Fascicolo definiscono:

  • l’individuazione dell’intero immobile sotto il profilo tecnico e amministrativo;
  • la tipologia strutturale, con aspetto antisismico,
  • le dotazioni e caratteristiche impiantistiche,
  • la descrizione delle rifiniture,
  • lo stato di manutenzione,
  • gli interventi modificativi rispetto allo stato originario,
  • le indicazioni sulle operazioni da effettuare,
  • le indicazioni sul corretto uso dell’immobile, con particolare riferimento alla sicurezza.
  1. Quale la sua utilità finale?

    Registrati al social network dell’edilizia sostenibile

Premetto che non è obbligatorio, o meglio, è lasciata la facoltà ai Comuni di prevederne l’istituzione. Dipende quindi dai regolamenti edilizi comunali.

A mio avviso, in qualità di amministratore di condominio,l’istituzione del Fascicolo del fabbricato sarebbe molto utile in quanto rappresenterebbe il primo passo per poter conoscere lo stato di ciascun immobile e per capire se e come è necessario intervenire, dato che il nostro patrimonio immobiliare èvecchio”.

Mi auguro, pertanto, che il buon senso prevalga su ogni logica economica per far sì che tutti, indistintamente, possano usufruire non solo di una Casa Smart, also Happy, also Safe.

Iscriviti alla newsletter

 

Commenti
Condividilo

Tag:, , ,