Fare comunità, poi business

Fare comunità è un passaggio fondamentale per la riuscita del tuo business. Finita la rincorsa ai numeri finti sui social, a chi ne aveva di più, aziende e studi professionali cominciano ad apprezzare il valore qualitativo, più che quantitativo, degli utenti interessati alla loro attività.

Un decennio fa esisteva la comunicazione dall’alto, campagne pubblicitarie veicolate attraverso i media e rivolte ad un pubblico impossibilitato ad interagire. 

Promuovi la tua attività con redazionale sul nostro blog

Oggi non è più così, i social network in particolare hanno restituito centralità ai clienti. Possono interagire e confrontarsi con il brand ma, soprattutto, possono scambiare le informazioni fra loro. Per questo le aziende e gli studi professionali non possono e non devono più far finta che il web non esista. Ci rimettono solo loro perché il mondo va avanti e potrebbe parlare anche di loro e magari neanche bene.

Quando si stabilisce di iniziare un’attività di promozione del proprio brand ci sono due strade:

  1. Campagne a pagamento;
  2. Fare comunità.

Non sfuggirà che il primo caso richiede ingenti risorse economiche e non sempre ottiene risultati efficaci. Spesso, in particolare le campagne “fai da te”, portano ad ingenti spese senza raggiungere obiettivi accettabili. Magari si sbaglia il pubblico, anche Facebook è diventato molto preciso nell’individuazione dell’utenza per una campagna e questo richiede competenze specifiche da parte di chi deve condurla.

Il secondo caso richiede ingenti risorse di tempo ma conduce a risultati migliori. La maggior parte dei brand non ha bisogno di milioni di clienti, è sufficiente individuare ed attestarsi nella nicchia di riferimento. Soprattutto, è necessario creare uno spazio dove le persone possano dialogare fra loro e con il marchio. Un luogo virtuale dove non si pensi solo alla vendita ma anche anche alla costruzione di una comunità. Un gruppo di persone, in questo reputo Facebook quale miglior strumento, che si uniscono volontariamente perché condividono lo stesso interesse. 

Leggi l’articolo sulla web reputation

E veniamo al nostro caso, il gruppo Facebook di Casa Smart. Una comunità che, da un anno a questa parte, si è riunita intorno all’idea dell’edilizia sostenibile. In tutte le sue sfaccettature. Non si tratta solo di nozioni tecniche o giuridiche ma di un vero e proprio concetto. Tuttavia, dall’online questa comunità si è ritrovata anche offline in diverse occasioni. Penso ai nostri workshop, ma anche a tante altre iniziative di altro genere che abbiamo organizzato o alle quali siamo stati invitati a partecipare in tutta Italia.

Per concludere, se vi occupate a vario titolo della promozione di un brand, nel settore dell’edilizia ma non solo, occupatevi di far nascere e crescere una comunità prima ancora che il vostro business (quello verrà di conseguenza). A tal proposito, un valido strumento di comunicazione diretta con i tuoi clienti potrebbe essere il canale Telegram, guarda il nostro.

Commenti

CATEGORIE

NEWS

Load more

SEGUICI

immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider
immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider
a
Commenti

TAG