Venerdì 11 marzo a Bari, nella sede di Formedil, si terrà l’incontro dal titolo “Formazione = Più legalità, più sicurezza, più lavoro”. In Puglia nei primi 10 mesi del 2021 gli infortuni sul lavoro sono aumentati rispetto al 2020 del 4,37% arrivando a quasi 20.000. Nel 2021 in Puglia ci sono stati 65 infortuni al giorno e complessivamente 96 morti sul lavoro in un anno. 

Gli infortuni mortali hanno visto un incremento ancora maggiore: +49,09% (da 55 a 82). I dati documentano 7.232 ispezioni, soprattutto sui cantieri, con irregolarità accertate nel 66,65% dei casi. Un dato drammatico, purtroppo in linea con la tendenza del Paese. Quelli della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro devono essere temi centrali in questa fase di ripresa economica, in cui ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Per questo, impegno comune, sicurezza, legalità e formazione obbligatoria saranno i temi centrali dell’iniziativa che si svolgerà venerdì 11 marzo, nella sala convegni del Formedil-Bari alle 09:30, dal titolo“Formazione = Più legalità, più sicurezza, più lavoro”. Un momento di confronto che vuole mettere al centro dell’attenzione le opportunità derivanti dalla formazione, dalla legalità e quindi dalla sicurezza, perché in Italia si muore di più sul lavoro che nel resto d’Europa. Occorre quindi un coordinamento a livello regionale con gli organi ispettivi, con le imprese e con gli enti di formazione e favorire la giusta transizione tra istruzione, formazione e luoghi della produzione. “Quello che abbiamo organizzato sarà – spiega il Presidente Michele Matarrese – un momento finalizzato a promuovere la prevenzione e la sicurezza nel settore dell’edilizia, attraverso l’obbligo formativo e chiamando a raccolta professionisti, imprese, lavoratori, rappresentanze sociali e istituzioni per confrontarsi sul delicato tema degli infortuni nei cantieri edili.”

A salutare gli ospiti presenti, il Presidente del Formedil-Bari Ing. Michele Matarrese. Introdurrà i lavori Silvano Penna Direttore Formedil-Bari.  Seguiranno gli interventi di Luigi Sideri, vicepresidente Formedil–Bari, Sebastiano Leo, assessore alla Formazione professionale e Lavoro della Regione Puglia, Beppe Fragasso, presidente Ance Bari-Bat. Concluderà i lavori Stefano Macale, direttore nazionale di Formedil. La tavola rotonda sarà moderata dalla giornalista Patrizia Camassa e preceduta dalla consegna dell’albero Falcone della legalità e dalla piantumazione degli alberi del “Bosco Diffuso” da parte dei Carabinieri Forestali. Al termine dei lavori invece, seguirà la consegna degli attestati di qualifica agli allievi del corso per operatore edile, nell’ambito dell’obbligo formativo OF/2017. 

Contatta CasaSmart

Condividilo