Una ciabatta davvero smart, quella della Meross, che può essere gestita in remoto grazie ad uno smartphone. Non solo, le sue quattro prese shuko possono essere utilizzate in maniera del tutto autonoma l’una dall’altra. Il dispositivo è compatibile con Alexa, Google Assistant e Apple Home Kit.

4 entrate usb e quattro prese shuko per la ciabatta smart della Meross, un dispositivo realizzato in materiale ignifugo con un interruttore al led ad evidenziare quando è accesa o spenta ed un cavo lungo due metri. Un prezzo decisamente accessibile, la trovate su Amazon a partire da 32 euro, con la possibilità di abilitare ogni singola presa in maniera del tutto autonoma l’una dall’altra, grazie alle applicazioni di Alexa, Google Assistant o Apple Home Kit.

Si può persino assegnare un nome ad ogni singola presa shuko presente sulla ciabatta smart della Meross. Un modo per risparmiare in termini economici ed ottimizzare il dispositivo orientandolo agli accessori che vogliamo utilizzare, magari separatamente.

In fondo, l’idea stessa di casa smart, come sa chi segue il nostro portale, non è solo legata alla tecnologia. Un’abitazione intelligente, innanzitutto, ottimizza le risorse e risparmia energia, quindi danaro sulle bollette.

La ciabatta smart della Meross si attiva attraverso un’applicazione dedicata ed è compatibile con Alexa, Google Assistant ed Apple Home Kit. Già nella configurazione iniziale è consentito assegnare un nome ad ogni presa shuko in modo da poterle utilizzare anche separatamente all’occorrenza. La funzione “timer”, infine, permette anche di programmare l’accensione e lo spegnimento di ogni singola presa della ciabatta smart della Meross. Al contrario, le prese usb non sono gestite singolarmente e, soprattutto, non hanno autonomia l’una dall’altra. Tuttavia, tornano evidentemente utili per ricaricare i tanti dispositivi che ormai sono parte integrante delle nostre giornate.

Contatta Casa Smart

Condividilo
One thought on “Domotica: la ciabatta smart della Meross”

Comments are closed.