L’associazione nazionale dei costruttori ha pubblicato il report, redatto dalla Direzione Affari Economici, Finanza e Centro studi, sullo stato dell’arte del comparto. Anche ieri a Bari, Ance Puglia ha diffuso i dati regionali del 2021 che segnano un +7,6% sugli investimenti rispetto al 2020.

L’anno pandemico si era concluso con un -10,2% sugli investimenti per il comparto delle costruzioni, come aveva già reso noto Ance Puglia, quindi un “rimbalzo” del 7,6% per il 2021 è una notizia che tutti gli addetti ai lavori attendevano. Va evidenziato, tuttavia, che è la stessa delegazione pugliese dell’associazione dei costruttori ha segnalare che questo non basterà certamente a tornare ai livelli pre pandemici.

Si legge nella nota di accompagnamento, infatti, che “…il comparto è reduce da un decennio di crisi che ha causato la scomparsa di 4mila imprese edili in Puglia, dove oggi operano poco più di 28mila realtà“. Nonostante tutto c’è uno strumento al quale i costruttori pugliesi, ma non solo, guardano con grande fiducia per favorire la ripresa del settore “La crescita stimata potrà essere ottenuta solo se sarà liberato tutto il potenziale del Superbonus e se inizieranno a prodursi i primi effetti degli investimenti in arrivo col Next Generation Eu che, per quanto concerne il settore delle costruzioni, ammonteranno a 107,7 miliardi di euro per tutto il Paese“.

Nicola Bonerba, presidente Ance Puglia, ha dichiarato: “Auspichiamo che il Superbonus possa divenire una misura strutturale, confortati dal decreto Semplificazioni che sembra aver risolto quei nodi burocratici incontrati sinora. In Puglia, già tra febbraio e maggio, gli interventi sono quasi triplicati sfiorando il migliaio, con quasi 100 milioni di euro di valore; una crescita che va alimentata e messa al riparo da fenomeni che rischiano di bloccarla, come l’aumento incontrollato dei prezzi dei materiali“.

Infine, il conforto sui numeri arriva anche dalle denunce delle casse edili pugliesi che hanno segnato, per il semestre ottobre 2020-marzo 2021, un +5% di masse salariali rispetto allo stesso periodo nel 2018-2019.

Contatta Casa Smart

Condividilo

By Staff