Nuovo Conto Termico, è online l’accesso semplificato

In casa,bonus il
Autore: Rossana Saponaro

Il nuovo Conto Termico promuove la diffusione dell’efficienza energetica incentivandone gli interventi. Agevola, inoltre, i consumatori nella conoscenza e, quindi, nella scelta dei prodotti presenti sul mercato e rispondenti ai requisiti richiesti per ottenere tali incentivi. Proprio con questo proposito nasce la procedura di accesso semplificata.

Il GSE (Gestore Servizi Energetici) mette a disposizione degli utenti il Catalogo degli apparecchi domestici, ovvero un elenco di prodotti divisi per sezioni in base alla tipologia di apparecchio:

1. caldaie a condensazione (con potenza termica al focolare fino a 35 kWt);
2. pompe di calore elettriche o a gas (con potenza termica utile nominale fino a 35 kWt);
3. caldaie a biomassa (con potenza termica nominale fino a 35 kWt);
4. collettori solari termici (con superficie solare lorda fino a 50 m2);
5. scaldacqua a pompa di calore;
6. sistemi ibridi a pompa di calore.

L’elenco dei prodotti ha valore esemplificativo e non esaustivo. E’ possibile, quindi, che anche altri dispositivi di mercato non inseriti nel Catalogo siano rispondenti ai requisiti previsti, e quindi ammissibili al nuovo Conto Termico con la procedura standard.

Sul sito del GSE è consultabile anche l’Elenco dei dispositivi proposti dai produttori. Tali prodotti vengono selezionati dai produttori stessi, in collaborazione con le Associazioni di Categoria, con la supervisione tecnica del Comitato Termotecnico italiano (CTI). Per essere inserito nel Catalogo definitivo, l’apparecchio deve ottenere il via libera all’idoneità dal GSE.

Individuato ed eseguito l’intervento tecnico, non resta che innescare la procedura per accedere agli incentivi. Le modalità sono due:

  1. Accesso diretto: la richiesta deve essere presentata entro 60 giorni dalla fine dei lavori. E’ previsto un iter semplificato per gli interventi riguardanti l’installazione di uno degli apparecchi di piccola taglia (per generatori fino a 35 kW e per sistemi solari fino a 50 mq) contenuti nel Catalogo degli apparecchi domestici.
  2. Prenotazione: presentare la scheda-domanda a preventivo, qualora si verifichi una delle seguenti condizioni in presenza di una Diagnosi Energetica e un atto amministrativo attestante l’impegno alla realizzazione di almeno un intervento tra quelli indicati nella Diagnosi stessa; un contratto di prestazione energetica stipulato tra la PA e una ESCO; un provvedimento o un atto amministrativo attestante l’avvenuta assegnazione dei lavori con il verbale di consegna dei lavori. Accettata la richiesta, il GSE procede ad impegnare, a favore del richiedente, la somma corrispondente all’incentivo spettante.

La richiesta operativa degli incentivi in accesso diretto deve avvenire tramite l’apposito applicativo informatico Portaltermico. Attraverso tale portale i soggetti, entro 60 giorni dalla data di conclusione dell’intervento, compilano ed inviano la documentazione necessaria per l’ammissione all’incentivo.

Contatta Casa Smart

Commenti
Condividilo

Tag:, , , , , ,