Condominio smart: il progetto HEART

In vitadacondomini,condominio4.0,costruiresmart,domotica il
Autore: Gennaro Del Core

Anche il condominio può diventare davvero smart, il Politecnico di Milano ha lanciato nel 2018 il progetto HEART che punta alla riqualificazione degli edifici residenziali attraverso la domotica. La ricerca è condotta insieme a ben 16 istituti che, a vario titolo, partecipano al suo sviluppo.

Il progetto H2020 – Holistic Energy and Architectural Retrofit Toolkit (HEART) è incentrato sul miglioramento dell’efficienza energetica nel settore edilizio e mira a sviluppare un sistema multi-tecnologico per il totale recupero di edifici residenziali (e quindi condominiali).

Leggi l’articolo con l’avviso pubblico del 2018 della Regione Puglia

Il fulcro del sistema è un toolkit, una piattaforma digitale multifunzionale che, orientata all’efficienza energetica dell’edificio, è in grado di supportare sia i progettisti nella fase iniziale che i gestori nella fase successiva. Nell’ambito dell’Unione Europea, e in Italia la percentuale sale, si stima che ben il 41% dei consumi derivi dal settore delle costruzioni. In più, va detto che il patrimonio immobiliare italiano è, per lunghi tratti, particolarmente vetusto e pertanto energivoro. 

Anche le tecnologie e gli impianti interoperabili sono integrati nel toolkit:

  1. Soluzioni di isolamento dell’involucro edilizio (isolamento termico e finestre) assicurano una riduzione dei carichi termici;
  2. Sistemi tecnici (BEMS, BIPV, pompa di calore, fan-coil, controller di potenza, sistemi di stoccaggio) garantiscono efficienza energetica e sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili.

    Leggi l’articolo su come adeguare il tuo sito internet al gdpr

I cambiamenti climatici degli ultimi anni hanno influenzato anche i consumi persino in zone, come il sud dell’Europa, che hanno sempre goduto di un clima stabile e mite. Ciò rende sempre più necessario ed improcrastinabile anche una migliore gestione delle risorse. Questa piattaforma cloud, alla base del progetto HEART per un condominio più smart, permetterà in un futuro ormai prossimo di gestire, anzi ottimizzare, le risorse necessarie al fabbisogno di un edificio. 

La riqualificazione di un condominio smart passa non solo dall’analisi e dall’adeguamento eventuale degli impianti ma anche dalla gestione successiva degli stessi. In questo senso possono avere un ruolo decisivo gli ecobonus. Già alcune Regioni, come l’Emilia Romagna, hanno aumentato, per così dire la dotazione, con ulteriori misure dedicate principalmente alle risorse energetiche.

Per concludere, sarà bellissimo gestire gli impianti energetici ed i consumi del condominio smart da una piattaforma digitale ma questo significherà anche la necessità di adeguamenti non solo delle risorse ma anche delle competenze delle professionalità delegate a farlo.

Entra nella community di Casa Smart

 

 

Condividilo

Tag:, , ,