L’Autorità Idrica Pugliese ha varato il “Regolamento per la trasformazione delle utenze idriche condominiali in utenze singole” che introduce misure per disciplinare la singolarizzazione del servizio di ripartizione e pagamento dei consumi dell’acqua nei condomini, incentivando l’installazione di misuratori per ogni singola unità immobiliare.

Tale Regolamento condiviso con il Gestore Acquedotto Pugliese, già approvato dal Consiglio Direttivo dell’AIP e vigente a partire dal 1° luglio 2021, va ad integrare il più generale Regolamento del Servizio Idrico Integrato ed interessa tutti coloro che vivono in condominio in Puglia e che con Aqp – che gestisce il servizio idrico – non hanno un rapporto diretto.

Per questa tipologia di utenze, AQP ha un contratto con il condominio nel suo insieme e legge e fattura i consumi registrati solo sul contatore generale, mentre il riparto del consumo totale tra i singoli condomini viene effettuato dall’amministratore o da operatori specializzati che sono stati incaricati dall’amministratore o dal condominio stesso. L’AIP ha approvato questo Regolamento al fine di garantire i singoli condomini e rispondere ai presupposti legislativi in materia di “riforme del condominio” (prima fra tutte la Riforma del condominio, Legge 11 dicembre 2012, n°220) ed ai relativi indirizzi dottrinali e giurisprudenziali recentemente emanati dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) che considerano la soluzione dei contatori individuali il miglior strumento per razionalizzare i consumi, eliminare gli sprechi, permettere una corretta misurazione e, al tempo stesso, affrontare l’annosa questione della morosità o la risoluzione dei contratti nei casi di persistente morosità.

Principali obiettivi del Regolamento e le novità introdotte per gli utenti sulla singolarizzazione dei contatori dell’acqua in condominio.

Il Regolamento ha come obiettivo principale quello di assicurare la trasparenza, nel rapporto tra il Gestore e gli utenti, nell’ambito del servizio di distribuzione e fornitura dell’acqua potabile e dei servizi ad esso collaterali, diffondendo la consapevolezza di quello che è l’effettivo rapporto giuridico intercorrente fra il condominio, il Gestore e, eventualmente, i soggetti che si occupano della lettura dei contatori interni alle utenze raggruppate.

Condomini di nuova costruzione: il Regolamento vieta, nella considerazione anche dei limiti tecnici esistenti, la stipulazione di contratti intestati a questi ultimi (salvo che per le parti comuni, quali ad esempio scale e piscine condominiali) ed impone la stipulazione di contratti individuali, in modo che ogni condomino sia titolare di un suo contratto.

Condizioni tecniche e contrattuali:
–  delibera del condominio per trasformare l’utenza condominiale in singole e presentazione di tutte le richieste dei condomini di sottoscrizione dei nuovi contratti di utenza singola contestualmente da parte dell’Amministratore del condominio;
contatori divisionali interessati alla trasformazione in utenze singole ubicati all’interno di aree condominiali liberamente accessibili (locali appositi, giardini condominiali, vani scale, ecc.) ovvero in aree alle quali è consentito, l’accesso libero ed incondizionato da parte del personale aziendale del gestore;
– al fine di concludere l’attività con la stipula dei contratti, il condominio dovrà provvedere a far rimuovere a proprie spese i misuratori vecchi e ad adeguare le nicchie di alloggiamento dei contatori secondo i dati tecnici forniti dal Gestore;
– ciascun condomino per le utenze singole e l’Amministratore o il delegato per quella condominiale relativa alle parti comuni, dovranno sottoscrivere un nuovo contratto di utenza singola con la società/gestore.

Fatturazione: i consumi delle utenze condominiali singolarizzate saranno fatturati applicando i corrispettivi previsti per la relativa tipologia di uso e seguiranno i criteri di fatturazione nonché le modalità relative ai depositi cauzionali stabiliti dal Regolamento del Servizio Idrico Integrato vigente. Incentivi: l’AIP ha previsto, quale incentivo alla trasformazione delle utenze condominiali in singole unità, che il costo dei contatori singoli installati sia a carico dell’azienda/gestore. Tutte le opere murarie e idrauliche, con esclusione dell’installazione dei gruppi contatori, dovranno essere eseguite a cura e spese del condominio. Il “Regolamento per la trasformazione delle utenze condominiali in utenze singole” è consultabile sul sito dell’Autorità. La documentazione necessaria per la richiesta (modulo “Mod. di Autorizzazione separazione impianto”) e la stipula dei nuovi contratti può essere scaricata dal sito dell’Acquedotto Pugliese, richiesta telefonicamente al call center al numero gratuito da rete fissa 800.085.853 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 17.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00) oppure richiesta presso gli uffici al pubblico di Acquedotto Pugliese S.p.A.

Contatta Casa Smart

Condividilo

By Staff