CoHousing, l’esempio di Casa Cles

In vitadacondomini,condominio il
Autore: Gennaro Del Core

Il cohousing è una modalità di coabitazione che piace sempre più agli Italiani perché permette loro di vivere più serenamente e con maggiore condivisione, delle esperienze prima ancora che delle spese. Ecco un nuovo esempio che arriva da Trento.

Si chiama “Casa Cles” ed è situato nell’omonima cittadina di Cles, nella Provincia autonoma di Trento, il nuovo caso di cohousing realizzato dalla cooperativa “Sad”. Si tratta del terzo esempio della cooperativa ed è rivolto ad otto anziani. Con una responsabile della struttura e due operatrici che coprono turni diurni e notturni a supervisionare ed organizzare le attività.

Dopo i primi due modelli realizzati alle porte della città di Trento con “Casa alla Vela” e in Valle di Non con “Casa Tassullo”, “Casa Cles” permette ad otto persone anziane di vivere insieme e, sempre insieme, affrontare la quotidianità.

Chi si occupa della sicurezza nella tua azienda?

Si tratta di una modalità che consente a soggetti deboli di una società sempre più individualista e distratta dai problemi degli altri di provare a rispondere ad un’esigenza che non potrà che aumentare nel corso degli anni.

Con famiglie sempre meno numerose ed un’età anagrafica sempre più alta affrontare le sfide quotidiane potrebbe essere davvero difficile per tante persone che quindi, giustamente, decidono di affrontarle insieme.

Una sorta di welfare diffuso. Una risposta alle mancanze di quello di Stato e della riduzione, quanto meno numerica, del pilastro familiare che fino ad oggi ha svolto il ruolo di ammortizzatore sociale.

Abbiamo dedicato già altri approfondimenti ed anche un workshop offline al tema della coresidenza anche, e soprattutto, pensando a quegli spazi condominiali che possono sostenere la scelta.

Iscriviti alla newsletter

Commenti
Condividilo

Tag:, ,