Casa smart: il bonus per internet, pc e tablet

In bonus,casa,domotica,smart working il
Autore: Gennaro Del Core

Per una vera casa smart serve una connessione internet efficace, da almeno 30 Mbps in download e 15 in upload, ed uno o più device collegati come personal computer o tablet. Ecco come funziona il bonus governativo partito il 9 novembre.

Nell’anno della pandemia da covid abbiamo imparato a riconsiderare le funzioni di una casa e, soprattutto, abbiamo dovuto immaginare e mettere in pratica come trasformarla, a seconda delle esigenze, in un ufficio o in un’aula di formazione. L’emergenza sanitaria, purtroppo, si è fatta crisi economica e sociale e la tecnologia è stata l’unica possibilità per fronteggiare il disastro. Anzi, ad esser sinceri, è stato anche l’unico ambito che ha visto un’evoluzione insperata e che, normalmente, avrebbe richiesto forse un decennio per raggiungere i risultati che ha centrato già oggi.

In questo quadro, quindi, si inserisce un nuovo bonus del governo, dopo quello per la domotica o quello generale del superbonus, che punta a colmare un gap culturale e non solo tecnologico, ovvero quello che riguarda la connessione internet in casa. Uno strumento decisivo per l’economia digitale ma che non si limita solo all’utilizzo per lo smart working, si è fatto fondamentale anche per la scuola del terzo millennio con la Dad (didattica a distanza).

Chi è il beneficiario del bonus per internet, pc e tablet?

Per avere diritto ad usufruire del bonus per internet, pc e tablet bisogna avere un reddito ISEE sotto i 20mila euro annui. L’agevolazione è rivolta non solo a coloro che non hanno una connessione in casa ma anche a coloro che volessero migliorare quella già in essere. Le compagnie fornitrici del servizio, peraltro, hanno già comunicato i piani e le caratteristiche delle offerte rientranti nei parametri governativi. Così l’utente potrà scegliere direttamente quella più vantaggiosa ed efficace per la sua famiglia.

Quanto vale il bonus?

L’importo massimo per una connessione internet, da almeno 30 Mbps in download e 15 Mbps in upload, è di 200 euro all’anno mentre per l’acquisto di pc o tablet è di 300 euro. L’importo totale è di 500 euro per tutta l’operazione che porterebbe in un’abitazione sia la connessione ad internet ad una velocità accettabile che un dispositivo in grado di riceverla. Molti tablet rientrano nella cifra dei 300 euro.

Come accedere alle agevolazioni?

E’ sufficiente collegarsi al sito bandaultralarga.italia.it, verificare la copertura della propria zona da parte di un operatore, scegliere l’offerta migliore e inviare i documenti necessari. Ricordiamo che le caratteristiche tecniche della connessione devono prevedere almeno 30 megabit in download e 15 megabit in upload.

Per concludere, aggiungo che la durata del contratto deve essere di almeno 12 mesi e prevedere la disdetta del beneficiario, senza costi aggiuntivi, 45 giorni prima della naturale scadenza. Allo stesso modo, l’operatore avrà diritto a proporre la prosecuzione della fornitura a condizioni pari o migliorative del contratto in essere per almeno un altro anno e poi potrà variare l’offerta. Il bonus dovrebbe allargare la platea di beneficiari nei prossimi mesi, dovrebbe scendere a soli 200 euro per la connessione ma rivolto alle famiglie sotto la soglia ISEE di 50.000 euro annui.

Iscriviti alla newsletter 

 

Condividilo

Tag:, , ,