La pandemia da covid ha impattato nelle nostre vite e le ha cambiate per sempre. Se ne sono accorti anche i grandi brand che stanno provando a rispondere a nuove esigenze nelle case dei clienti. E’ il caso degli armadi smart, in grado di sanificare gli indumenti posti all’interno. Ce ne parla l’architetto Vincenzo Saponaro.

Il periodo storico che stiamo attraversando ci porta a prestare maggiore attenzione all’igiene personale e delle superfici con cui veniamo a contatto. Nasce così l’armadio smart che unisce il design alla tecnologia e alla salute grazie ad una serie di sistemi di sanificazione e pulizia degli indumenti. Gli armadi, che da sempre abbiamo concepito come semplici contenitori, assumono un ruolo maggiormente significativo all’interno delle nostre case. Le declinazioni che questi dispositivi possono avere all’interno del progetto di una cabina armadio o più semplicemente di un armadio sono molteplici e variano in base alla tipologia e alla tecnologia adottate.

Gli indumenti all’interno dell’armadio vengono sanificati.

Vediamo insieme alcuni tipi di armadi smart.

Samsung Electronics ha lanciato sul mercato Samsung AirDresser™. Presenta un’anta a specchio a tutta altezza e può essere installata sia ad incasso che freestanding, caratteristiche che rendono il prodotto declinabile in più soluzioni all’interno degli spazi domestici. Si può scegliere tra vari cicli a seconda delle esigenze:

  • Jet Steam lavora tramite getti di vapore che, penetrando in profondità nei tessuti, igienizzano i capi eliminando acari, virus e batteri;
  • Jet Air attraverso i potenti flussi d’aria emessi all’interno della cabina dal basso e dall’alto, elimina polvere, smog e sporco superficiale dagli abiti, mentre il filtro deodorante rimuove fino al 99% degli odori causati da tabacco, sudore, cibo e lavaggio a secco;
  • L’asciugatura a pompa di calore asciuga gli indumenti a basse temperature evitando il danneggiamento degli indumenti;
  • Il trattamento Antipiega attraverso un mix di aria e vapore elimina le pieghe dai capi senza perciò dover utilizzare il ferro da stiro;
  • La tecnologia Self Clean tramite una combinazione di aria, vapore e calore deumidifica e igienizza l’interno della cabina;
  • La funzione Deumidificazione, infine, lasciando l’anta aperta, aspira l’aria catturando l’umidità e rilasciando aria asciutta pulita garantendo così il benessere dell’ambiente circostante.

Samsung AirDresser™ inoltre non ha bisogno di allacci idrici o di scarico ed è semplice da utilizzare grazie all’app Samsung SmartThings che suggerisce al consumatore i cicli più idonei alle proprie esigenze e allo stesso tempo permette di monitorare i consumi e lo stato del dispositivo. La multinazionale coreana già da molti anni è attenta allo sviluppo di dispositivi tecnologici all’interno delle case, ci siamo occupati, ad esempio del lancio televisore Qled 8k Q900R, in grado di produrre una luminosità massima di 4.000 nit e che si avvale della tecnologia Real 8k Resolution.

Un’altra proposta ci arriva da Ludovica Mascheroni Home Atelier, un brand specializzato nel design Made in Italy di lusso che propone soluzioni di grande pregio manifatturiero e ricercatezza combinati con la tecnologia della sanificazione all’ozono che permette di igienizzare i capi d’abbigliamento. La sanificazione a ozono non usa prodotti chimici, non rovina i tessuti dei capi, non lascia alcun residuo infatti dopo l’utilizzo si riconverte in ossigeno senza lasciare residui tossici o chimici, eliminando il 99,9% batteri, virus, responsabili di cattivi odori.

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Analizziamo nel dettaglio alcune proposte di armadi smart.

Praesidium è un baule con struttura rivestita in pelle con basamento in acero frisè tinto color grigio, interni rivestiti in pregiata carta da parati e dettagli in ottone bronzato. Il sistema di sanificazione è gestibile tramite l’interfaccia touch screen integrata nella maniglia rivestita in ottone bronzato e permette di igienizzare e sanificare scarpe, cappotti e accessori personali.

Armarium è il risultato di un lavoro di alta ebanisteria e di haute couture. È composto da diversi moduli di armadi, profilo sagomato in massello e dettagli in ottone bronzato. Ripiani, le spalle e cassetti rivestiti in pelle. Gli interni sono rivestiti in pregiata carta da parati. Finiture sono personalizzabili e utilizzano materiali ricercati.

Ozone Room è una cabina armadio composta da tre moduli armadi con profilo sagomato in massello e parti verticali da rivestire in ottone. Ripiani, spalle, basi e vassoi rivestiti in Nabuk. Pannelli schienali rivestiti in carta da parati, luce led che fa da cornice agli interni. Frontali cassetti rivestiti in Nabuk. Maniglie in ottone bronzato. Dettagli in ottone bronzato.

Per concludere, sul mercato sono disponibili molteplici varianti di dispositivi che utilizzano queste tecnologie, pertanto il progetto dell’armadio o della cabina armadio (ecco un articolo sui vantaggi di una cabina armadio) può assume diverse declinazioni. Per individuare l’armadio smart che più si confà alle nostre esigenze, in primo luogo, bisogna certamente tener conto di quali spazi si intende arredare e quali sono le dimensioni di questi ultimi. Si passa poi alla scelta della tecnologia di sanificazione tra le varie proposte, unitamente ai materiali e alle finiture che più si leghino allo stile della nostra casa.

Vincenzo Saponaro, architetto

Contatta Casa Smart

Condividilo