Bonus Casa: prorogati anche per il 2019

In bonus,casa,condominio,mercato immobiliare,riqualificazione energetica,vitadacondomini il
Autore: Gennaro Del Core

I bonus casa saranno prorogati anche nel 2019, almeno è l’auspicio del Governo che li ha confermati in Legge di Bilancio. Nello specifico, si tratta della detrazione Irpef su ristrutturazioni edilizie, riqualificazioni energetiche, bonus arredi e bonus verde.

Nella bozza del documento programmatico per il 2019, inviato ieri alla Commissione europea dopo l’approvazione della legge di bilancio da parte del Consiglio dei Ministri, è prevista anche la proroga dei bonus legati alla casa. Le detrazioni fiscali riguardano principalmente quattro settori.

Nell’ambito di una strategia più ampia già indicata dall’Unione Europea ed orientata a “favorire gli investimenti e la messa in sicurezza del territorio“, la proroga dei bonus che riguardano la casa non poteva non arrivare.

Confermate dunque, almeno per il momento fino ai prossimi passaggi parlamentari, le detrazioni fiscali per:

  1. Ristrutturazione, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo nella misura del 50% (tetto massimo di spesa 96.000 euro);
  2. Ecobonus al 65% ma che scende al 50% per infissi, schermature solari e impianti di climatizzazione invernale ( tetto massimo di spesa da 30.000 a 100.000 euro);
  3. Mobili ed elettrodomestici, nell’ambito di una ristrutturazione, con una detrazione del 50% (tetto massimo di spesa 10.000 euro) per quelli di classe energetica elevata;
  4. Verde, dedicato alla sistemazione di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi e che prevede anche la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Detrazione al 36% per un tetto massimo di spesa di 10.000 euro (compresa eventuale progettazione).

Insomma, fatta eccezione per il comparto dei serramenti dovrebbero rimanere confermate le cifre delle detrazioni e gli ambiti di intervento. Tuttavia, tutta la legge di bilancio ha ancora altri passaggi istituzionali da compiere quindi staremo a vedere.

Il percorso intrapreso con l’introduzione dei bonus fiscali legati al mondo della casa non può essere interrotto sia perché ha apportato benefici di carattere ambientale ma, non da meno, anche di carattere economico. In un momento così difficile, soprattutto per il comparto edile, sarebbe una grave perdita la rinuncia alla proroga.

Iscriviti alla newsletter

Commenti
Condividilo

Tag:, , , ,