Dal 1 al 20 settembre prossimi si terrà a Bari il BiArch – Bari International Archifestival, manifestazione legata al progetto vincitore del bando “Festival dell’Architettura”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. Il termine per l’iscrizione ai workshop così come per candidare iniziative private al fuorifestival è stato prorogato al 20 agosto.

La manifestazione punta a fare di Bari la capitale dell’Architettura nei giorni della manifestazione ed oltre. Purtroppo, come tanti eventi, anche il BiArch di Bari ha dovuto aspettare un anno di troppo a prendere forma, a causa della pandemia. Tuttavia, fervono i preparativi e la kermesse si terrà dal primo settembre e, come annunciato, si muoverà contemporaneamente su due diversi piani con l’obiettivo di coinvolgere da una parte un pubblico esperto di professionisti e studiosi, dall’altra tutta la cittadinanza per attivare così un percorso di riflessione collettiva.

Per questo, accanto al programma ufficiale, è stata aperta una call rivolta ad associazioni, esercizi commerciali, gallerie, studi professionali e singoli cittadini che vorranno realizzare all’interno del proprio spazio (domestico, associativo, commerciale o professionale) un evento aperto al pubblico e autopromosso nell’ambito del FUORIFESTIVAL. Tante le proposte arrivate, ma per chi non fosse riuscito a candidarsi in tempo l’organizzazione ha deciso di prorogare al 20 agosto i termini di partecipazione.

Restano aperti sino al 20 agosto anche i termini per iscriversi ai workshop dedicati al rapporto della città col suo spazio costiero e periferico, e al tema dei beni comuni che si terranno in tre diversi luoghi della città. Il Politecnico di Bari ospita “Margini” dal 13 al 18 settembre; dal 15 al 19 settembre “Omnia Sunt Communia Laboratorio di ricerca e co-progettazione sui beni comuni” è in programma a Spazio 13; Dal 13 al 18 settembre, negli spazi dell’Autorità Portuale, si tiene “Ti porto a Bari“; “Sui margini – Sovrascritte delle periferie urbane e rurali” è invece il workshop online che dal 2 al 4 settembre propone un focus sul caso studio del quartiere San Paolo di Bari.

Gli eventi del BiArch saranno tutti a ingresso gratuito e contingentato su prenotazione, nel rispetto delle normative anti-Covid19. Per rimanere informati e ricevere tutti gli aggiornamenti sul BiArch sarà attivata anche una newsletter: per iscriversi o per avere maggiori informazioni sugli incontri è sufficiente visitare il sito di BiArch Bari 2021. Il progetto è promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, prodotto dalla Città di Bari, co-finanziato da Regione Puglia PugliaPromozione, Apulia Film Commission e Città Metropolitana di Bari; main sponsor dell’evento Senaf, Tecniche Nuove, Barili, Tecnoacciai, Autoclub; media partner Area e Archetipo.

Contatta Casa Smart

Condividilo