Avidsen: l’allarme smart

In domotica,casa il
Autore: Gennaro Del Core

Una casa smart che si rispetti pensa anche, se non soprattutto, alla sicurezza negli ambienti che viviamo. Ecco la proposta di Avidsen di un sistema integrato di telecamere contro le intrusioni nelle case e negli uffici.

Avidsen ha lanciato di recente la nuova gamma di telecamere IP Wi-FI 720p Iris, composta da tre modelli. Le videocamere, che si vendono anche separatamente, sono compatibili con il kit allarme Iris wireless.

Collegate ad un hub attraverso il wi fi, la videocamera Avidsen permette di tenere sotto controllo le proprie unità abitative, o il nostro ufficio, anche da remoto con un’app sul telefono.

Quali sono le caratteristiche tecniche del sistema Avidsen?

– 1 telecamera interna Plug and Play da connettere a Internet tramite WiFi

– Immagine: fino a 1280×720 pixel (720p)
– Sensore ottico CMOS ¼’’ a colori, angolo di visione 75°
– Portata dellavisione notturna : fino a 10m
– Alloggiamento per scheda di memorizzazione video o microSDHC fino a 64Gb (non in dotazione)
– Comunicazione audio bidirezionale
– Allarme push su rilievo di movimento, sensibilità regolabile, intervallo orario regolabile.
– Corsa orizzontale 300° / corsa verticale 90°.

Il vantaggio di poter controllare tutto da remoto non è da poco. L’allarme smart di Avidsen, infatti, prevede la possibilità anche di teleguidare la telecamera, o le telecamere, dallo smartphone.

Leggi l’articolo sul Fire TV Cube di Amazon

Questo significa poter scegliere quale azione compiere:

  1. Avviare una registrazione;
  2. Scattare una foto;
  3. Verificare semplicemente lo stato della situazione.

Inutile aggiungere che ovviamente esiste un sistema di notifiche che avvisa l’utente in caso di intrusione nella propria abitazione o nel proprio ufficio.

Ci siamo già occupati di antifurti e allarmi smart, il sondaggio di Netatmo aveva messo in luce il timore di quasi il 70% degli Italiani di subire un’intrusione nella propria casa. Quando si parla di domotica in genere, soprattutto se applicata alla sicurezza degli ambienti che viviamo, la tecnologia può aiutare molto ma pone anche inquietanti interrogativi.

E’ il dilemma tra sicurezza, o presunzione della stessa, e controllo. Le registrazioni dei video, ad esempio, possono essere al centro di grandi dispute, soprattutto alla luce del nuovo regolamento europeo 2016/679 in materia di dati personali, perché va chiarito, ad esempio, dove e per quanto tempo vengono conservate.

Per concludere, è vero che la casa sta diventando sempre più smart ma serve una maggiore consapevolezza anche degli utenti. Gli Italiani, secondo tutti gli studi, tendono ad essere ancora diffidenti rispetto all’uso della tecnologia nelle loro case. Tuttavia, pur partendo da numeri bassi il mercato della domotica ha segnato un vero e proprio boom nel 2018.

Segui la pagina Linkedin di Casa Smart

 

 

Commenti
Condividilo

Tag:, ,