Attenzione alla web reputation

In partner il
Autore: Gennaro Del Core

Quando si parla di web reputation ci si riferisce, letteralmente, alla reputazione online di una persona o di un brand (a volte le due cose coincidono).

Un’attività strategica, anche nel settore edile, che si sostanzia nel monitoraggio e raccolta di tutto quanto movimentato sul web e che riguarda un determinato brand, prodotto, servizio, personaggio pubblico ed altro.

Negli ultimi anni, e certamente per i prossimi, sempre maggiore importanza ha rivestito la cura di questo aspetto fondamentale per tutti. I protagonisti del settore dell’edilizia non sfuggono di certo a questo passaggio:

  1. Imprese di costruzioni;
  2. Fornitori di materiali;
  3. Professionisti di ingegneria e architettura;
  4. Società di servizi;
  5. Amministratori di immobili e condomini.

    Promuovi il tuo brand di settore con il gruppo di Casa Smart

Tutti hanno necessità di curare la propria presenza online con professionalità adeguate. Non si può mai sapere quando potrebbe arrivare un brand attack né tutti sanno cosa fare in caso di crisi. Si tratta, infatti, di un lavoro manageriale che impone competenze ed esperienze maturate sul campo.

Spesso si sottovaluta l’importanza della presenza online e delle attività collegate, come il monitoraggio, perché non si è compreso a pieno le potenzialità, sia positive che negative, insite nello strumento digitale.

Oggi i mercati sono conversazioni!

Partendo da questa certezza, ce ne sono poche altre, si comprende forse meglio quanto basti davvero poco perché le conversazioni influenzino le scelte degli utenti. Se sei ancora legato al concetto di promozione calata dall’alto nel silenzio degli utenti è meglio aggiornarsi subito. Il tempo della reclame è finito, oggi i clienti interagiscono con il marchio e fra loro. Esprimono pareri ed opinioni che influenzano altri clienti e si aspettano risposte quando si rivolgono ai canali social di aziende e professionisti.

Le fasi del lavoro di un manager della reputazione online consistono in:

  1. Monitoraggio;
  2. Strategia;
  3. Azione.

I canali da monitorare costantemente sono in altrettanto aumento, dal classico Facebook a Linkedin, Twitter, Youtube ed Instagram. Non è un’attività da condurre per hobby o da delegare al “cugino smanettone che sta sempre su Facebook”.

Ricorda sempre che se pensi che un professionista costi troppo è perché non sai ancora quanto ti costerà un dilettante!

Entra nella nostra community

 

 

Commenti
Condividilo

Tag:, ,