Amazon: presto l’app per le video notizie locali

In casa il
Autore: Gennaro Del Core

notizie locali su amazon tv

L’offerta dei colossi del web, anche nell’ambito delle notizie, si arricchisce costantemente. Probabilmente anche a causa delle norme sul copyright approvate, nei giorni scorsi, dal Parlamento Europeo. Amazon sarebbe pronta a lanciare un’app per le notizie, in video ed anche a carattere locale.

Per il momento il lancio del nuovo servizio riguarda solo gli Stati Uniti, tuttavia, come è logico pensare, qualora dovesse portare i risultati sperati verrebbe velocemente allargato al resto del mondo.

Ci siamo già occupati di Fire TV Cube, lo streaming media player di Amazon. In questo caso, però, non si tratterebbe di semplice intrattenimento ma di informazione. L’accordo che il colosso avrebbe chiuso direttamente con le agenzie di stampa americane, con un contratto di distribuzione, porterebbe ad una produzione di contenuti propri.

Del resto, con Amazon Prime, Jeff Bezos è già entrato nell’intrattenimento casalingo. Ora potrebbe puntare anche all’ambito dell’informazione come del resto sta facendo anche Apple con la sua app, già lanciata ufficialmente, dal titolo “Apple News +”.

Qual è la novità rispetto a servizi analoghi già in essere per alcuni competitor di Amazon?

Sicuramente il focus sulle notizie locali. Fire TV, integrato con lo speaker Alexa, fornirebbe un servizio ad oggi inesistente, almeno a questi livelli, per un pubblico sempre più “integrato”. Il mondo del web è sconfinato ma proprio in quest’ottica i suoi utenti richiedono sempre più ambiti quasi esclusivamente dedicati.

In altre parole, visto che siamo sommersi di informazioni e contenuti, ognuno di noi cerca sempre più in rete solo quello che davvero gli interessa. Da questo punto di vista trovo geniale l’intuizione di Bezos di distribuire informazione locale. Immagina come, ogni mattino, ti basterà chiedere alla tua assistente Alexa le notizie del territorio dove vivi o di quello a cui sei interessato. Non male, vero?

Un obiettivo già rivelato anche da Mark Zuckenberg, Ceo di Facebook, che ha colto prima di altri, come spesso è accaduto, le esigenze dell’utenza. Non un milione di informazioni al secondo, che di certo non si riesce ad immagazzinare, ma solo quello che davvero importa.

Per concludere, l’integrazione tra dispositivi domotici e le richieste particolari che ogni essere umano può avere significano dare vita all’infointrattenimento di cui si parla tanto. Ora non ci resta che aspettare l’ufficialità di questa app di Amazon per l’informazione locale e guardare i nuovi tg, magari direttamente proiettati nell’aria come nei film.

Seguici su Linkedin

Commenti
Condividilo

Tag:, , , ,