5 cose per la presenza web del tuo studio

Si sa, i mercati oggi sono conversazioni. Allora ecco 5 cose per la presenza web del tuo studio professionale. Che tu sia ingegnere, architetto, geometra o altro genere di professionista nel settore dell’edilizia ecco 5 cose che devi fare per la promozione della tua attività sul web e, nello specifico, attraverso i social media.

La presenza web, oggi, riveste un’importanza centrale per un brand e quindi non può essere lasciata al caso ed all’improvvisazione. Bisogna partire dalle basi, come quando si costruisce un edificio:

  1. Canale 

    Promuovi il tuo brand con il web marketing

Non tutti i social media sono adatti alla promozione del tuo studio. Ad esempio Twitter con i suoi 140 caratteri appena difficilmente potrà soddisfare le tue necessità comunicative. Instagram potrebbe rivelarsi molto utile per chi avesse la necessità di mostrare con una foto cosa è capace di fare. Dico queste cose non perché ci sia un social network migliore di altri (anche se i numeri di Facebook sono inarrivabili per tutti gli altri) ma semplicemente perché non si può fare tutto ed occuparsi di tutto. Quindi scegli bene il tuo canale; 

2. Pubblico

Fino a qualche anno fa la tendenza era quella di aumentare senza se e senza ma (soprattutto senza criterio) il numero totale dei fan di una pagina. A prescindere da smanie di protagonismo o di inutile vanagloria, la realtà è che non serve un pubblico smodatamente numeroso se poi non è interessato a quello che diciamo. Con la profilazione del pubblico è possibile passare davvero da una comunicazione orizzontale ad una verticale. L’obiettivo non sono freddi e spesso finti numeri ma creare comunità. Quindi scegli il tuo target;

3. Obiettivo

Valido al singolare come al plurale è importante chiedersi subito quale obiettivo si intenda raggiungere con un’attività di cura della presenza online. Potrà sembrare scontato ma non lo è, avvicinare nuovi clienti? Interagire con i fan? Mostrare i propri progetti? Seguire passo dopo passo lo sviluppo di un’opera? Chiarisci subito a te stesso dove vuoi arrivare;

Leggi l’articolo su come adeguare il sito al gdpr

4. Calendario Editoriale

Qui viene il bello, le pagine e gli account aziendali che apriamo sui social media sono dei veri media. Meglio ancora, sono i media di nostra proprietà e come tali vanno trattati. Personalmente li considero come un network composto da video e testi, come una tv ed un giornale insieme, e quindi va redatto un calendario editoriale. Un vero e proprio palinsesto dei programmi e dei contenuti;

5. Attualità

Redigere un calendario editoriale è un ottimo lavoro ma, purtroppo, non è sufficiente. Continuando con il parallelismo con i media tradizionali insieme alle rubriche ci sono le breaking news. Il palinsesto può essere adattato o stravolto in caso di notizie interessanti per il tuo pubblico che arrivino all’improvviso. Bisogna seguire le fonti del tuo settore di riferimento ed essere pronti, anzi “sul pezzo”.

Iscriviti alla newsletter per saperne di più

Commenti

CATEGORIE

NEWS

Load more

SEGUICI

immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider
immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider
a
Commenti

TAG